Caso Grasso, Orfini: «Da noi nessuna pressione». D’Attorre critica Renzi/VIDEO

di Alberto Sofia | 22/09/2015

Riforme Orfini Grasso

«Se Grasso aprisse alla modifica di una norma già approvata con doppia conforme si tratterebbe di un fatto inedito», ha attaccato Renzi nel corso della direzione Pd. Precisando che se il presidente del Senato accettasse modifiche all’articolo 2, in disaccordo con quanto scelto da Anna Finocchiaro in commissione Affari costituzionali, il Pd «si riunirebbe in Camera e Senato per decidere cosa fare». Parole che, seppur corrette dal segretario (che ha poi chiarito di rispettare l’autonomia della seconda carica dello Stato, ndr) hanno aperto uno scontro in casa dem.


Videocredit: Alberto Sofia/Giornalettismo

«Nessuna pressione su Grasso, la nostra è una semplice valutazione» ha replicato il presidente dell’assemblea dem, Matteo Orfini, smentendo che i vertici dem e Renzi intendano interferire sulla scelta del presidente del Senato. Eppure, alla minoranza Pd le parole di Renzi sono piaciute poco: «Dire che riaprire la doppia conforme, tesi sostenuta da molti costituzionalisti, sarebbe uno strappo inedito mi pare francamente azzardato», ha replicato il deputato della minoranza dem Alfredo D’Attorre.