Galaxy S6, Samsung costretta a “svendere”

di Alessio Barbati | 30/07/2015

Facebook Messenger, in arrivo le videochiamate

Le scoraggianti previsioni che Samsung aveva fatto sulle vendite del Galaxy S6 sono diventate realtà. Nel secondo trimestre del 2015 infatti l’azienda non ha raggiunto gli obbiettivi auspicati e i profitti operativi sono crollati del 4% per un ammontare di 5.9 miliardi di dollari. Nello specifico la divisione mobile ha registrato profitti per 2.4 miliardi di dollari rispetto ai 3.8 dell’anno precedente. Per questo Samsung ha scelto di abbassare ufficialmente i prezzi dei suoi top di gamma dopo che già vari rivenditori online avevano applicato uno sconto considerevole. Comprare su internet diventerà ancora più conveniente e l’azienda coreana dovrà fare i conti anche con il principale competitor che a breve presenterà il nuovo iPhone.

IL MOTIVO –

Stando a quanto affermato da Bloomberg e Reuters la crisi sarebbe dovuta ad un errore di valutazione della Samsung che avrebbe sottovalutato il successo dello smartphone ritrovandosi con un numero di richieste superiore alla produzione. Voi direte: ma allora il prezzo non sarebbe dovuto aumentare? No, perché probabilmente Samsung non ha saputo rispondere istantaneamente alle richieste, “spingendo” così i clienti a rivolgersi alla concorrenza per non attendere lunghe tempistiche di produzione. Insomma: avevano iniziato con un lotto di produzione troppo esiguo, che non copriva il boom di richieste. Per questo Lee Seung Woo, analista consultato da Bloomberg, prevede la vendita di 40 milioni di dispositivi rispetto ai 43 previsti. Resta da vedere se la riduzione dei prezzi modificherà le previsioni.

TV ED ELETTRODOMESTICI –

Non va meglio alla divisione “Tv ed elettrodomestici” che quest’anno ha registrato utili per 180 milioni di dollari, in calo rispetto ai 660 dell’anno scorso. L’idea dell’azienda è di espandere la sua gamma di prodotti offrendo anche un modello premium di Tv a schermo curvo. A differenza degli altri business, che non hanno soddisfatto le aspettative, la divisione “memoria e processori” sta andando molto bene, con profitti che toccano gli 1.3 miliardi di dollari, cifra destinata ad aumentare anche in vista del nuovo iPhone che dovrebbe montare un processore Samsung.

TAG: Apple, Samsung