Il fuorionda di De Luca: «Il questore mi ha detto ‘de Magistris ha governato come un pazzo’» | VIDEO

di Redazione | 31/03/2017

fuorionda de luca

«Sono andato ieri dal Questore: ‘Questo ha amministrato come un pazzo, ho lasciato la città 5-6 anni fa, non è cambiato un c… Anzi, è peggiorata’». È il fuorionda di Vincenzo De Luca che in queste ore sta facendo il giro della rete e che ha innescato una polemica politica. A catturare le parole del presidente della Regione Campania è stata l’agenzia di stampa Omninapoli. In un video il governatore parla a bassa voce prima di un convegno con il deputato del Pd Leonardo Impegno rivelando un attacco al sindaco di Napoli Luigi de Magistris durante un incontro riservato con il nuovo questore Antonio De Iesu.

 

 

LEGGI ANCHE > Le intercettazioni dei jihadisti arrestati a Venezia: «Non vedo l’ora di giurare, sono pronto a uccidere»

 

FUORIONDA DE LUCA SU QUESTORE DI NAPOLI E DE MAGISTRIS

Un commento da parte del primo cittadino non è tardato ad arrivare. Dal Consiglio Comunale ieri de Magistris, sulla critica del questore rivelata da De Luca ha fatto sapere: «NOn posso credere che il questore abbia riferito al presidente della Regione, in un incontro istituzionale, quelle cose sul sindaco di Napoli. Non tanto per il giudizio sulla città, che potrebbe essere personale anche se stento a credere che lo abbia potuto dire perché la città, lo dicono tutti, è nettamente migliorata rispetto a sei anni fa. Ma quando fa un passaggio dicendo ‘questo ha governato come un pazzo’, chiaramente, attendo una dichiarazione del questore». E la dichiarazione di De Iesu arriva più tardi: «Il contesto che ha caratterizzato l’incontro con il governatore riguardava il sostegno nei confronti delle forze di polizia per i fatti dell’11 marzo a Fuorigrotta. Ho espresso rammarico per la mancata solidarietà dell’amministrazione comunale in favore dei 27 agenti coinvolti negli incidenti. Nel corso dell’incontro non ho evidenziato considerazioni negative sulla gestione amministrativa e politica del Comune consapevole delle difficoltà di amministrare una città complessa, anche dal punto di vista degli aspetti di criminalità persistenti, e per la circostanza che per dieci anni sono stato assente dal territorio».

(Immagine: frame da video dell’agenzia di stampa Omninapoli postato su Facebook)