Niente trottola a scuola: i presidi cominciano a vietare il fidget spinner

di Redazione | 25/05/2017

fidget spinner

Ne abbiamo già parlato: il fidget spinner, piccola trottola antistress da tenere in mano e azionare spingendo una delle sue estremità con le dita, è destinato a diventare il giocattolo dell’anno. Lo utilizzano molte persone, giovani e adulte. E ovviamente tanti bambini e ragazzini, che spesso lo portano con sé anche a scuola. Dove però comincia ad essere vietato.

FIDGET SPINNER VIETATO IN DIVERSE SCUOLE

Diversi presidi infatti hanno cominciato ad impedire l’utilizzo tra i banchi del piccolo oggetto rotante. Il quotidiano l’Eco di Bergamo ad esempio racconta che alcuni istituti della provincia bergamasca in questi giorni hanno preso provvedimenti per fermare la diffusione del giocattolino considerato anche pericoloso. Si legge in un articolo a firma di Luca Bonzanni:

A Seriate, per esempio (ma anche in altre scuole dell’hinterland), il divieto di portare a scuola il «fidget spinner» è scattato per gli alunni dell’Istituto comprensivo «Aldo Moro»: nella circolare firmata dalla dirigente Lucia Perri, si invitano «caldamente i genitori a far in modo che i figli non lo portino a scuola, dove peraltro non sono ammessi oggetti di svago».

«Abbiamo emanato nei giorni scorsi una circolare per gli alunni della primaria e della secondaria, per vietare assolutamente questo giochino – conferma la preside Perri -. È una passatempo pericoloso, che può essere usato come arma impropria (sorride ma non troppo, ndr) e che quindi rischia di causare ferite, ma soprattutto distrae moltissimo dalle lezioni, sia il proprietario che il compagno di banco. Episodi significativi? Per fortuna ancora nessuno si è fatto male: comunque, meglio prevenire».

Per gli alunni che vengono beccati con in mano i fidget spinner è previsto il sequestro dell’oggetto. Una volta sequestrati, poi, i giocattolini dovrebbero poi essere conservati in una busta con nome e cognome dell’alunno e restituiti ai genitori solo alla fine dell’anno scolastico. La dirigente di Seriate all’Eco ha spiegato che finora ne sono stati sequestrati una ventina.

Ma si parla di divieto anche a Roma. La preside dell’istituto comprensivo Via Boccioni, ad esempio, ha inviato ieri a genitori, insegnanti e alunni una circolare in cui comunica che «è vietato introdurre a scuola le girandole antistress». Pertanto – è l’avvertimento della dirigente scolastica – «laddove gli spinner verranno sequestrati dai docenti, gli stessi saranno portati in presidenza, si informerà successivamente il dirigente scolastico che valuterà la sanzione disciplinare da applicare».

Il fidget spinner, oggetto a bassissima tecnologia, è acquistabile a basso prezzo. Pensato per aiutare a superare lo stress e a concentrarsi di più, viene spesso utilizzato ora come semplice distrazione. Alla quale docenti e dirigenti dichiarano guerra.

(Foto da archivio Ansa. Credit: Johannes Schmitt-Tegge / dpa)