#Facebookdown e #Instagramdown: social irraggiungibili e utenti in fuga su Twitter

di Redazione | 11/10/2017

Dalle 17.15 circa, ora italiana, Facebook e Instagram sono diventati irraggiungibili. Il problema sembra riguardare soprattutto Europa e Stati Uniti, ma non mancano i tweet dall’Asia e da altre parti del mondo. A oltre mezzora di distanza la connessione a Facebook non è stata ripristinata e ancora non si conosce la ragione del blackout.

FACEBOOK DOWN IN DIVERSI PAESI: LE CAUSE

Intanto, l’hashtag #Facebookdown è entrato in trend topic su Twitter (in Italia è al primo posto!) e sono tanti gli utenti che ironizzano sull’impennata del social dove dei cinguettii, dovuta proprio al collasso dell’imbattibile concorrente. “#Facebookdown e ora va down anche Twitter per i troppi accessi”; “#Facebookdown e Twitter s’impenna”; “Quando tutto va a puttane, Twitter c’è, ascolta e non fa domande”.

FACEBOOKDOWN, COSA FUNZIONA E COSA NO

I primi segnali del Facebookdown sono arrivati intorno alle 17, ora italiana. Le pagine ci mettevano molto a caricarsi, soprattutto nella versione desktop del social network, che progressivamente ha smesso del tutto di funzionare in buona parte del globo. La versione mobile, se pur rallentata, regge ancora. Lo stesso Messenger: accedendo alla app da dispositivo mobile, si può chattare con i propri amici.

FACEBOOKDOWN, I PRECEDENTI

L’ultimo Facebookdown, non totale né prolungato come quello di oggi, risale ad agosto: il 23 ha interessato l’Europa, in particolare l’Inghilterra (anche per una questione di fuso orario, perché nell’ora dei disservizi era notte fonda negli Stati Uniti). Il social per alcune ore ha funzionato a singhiozzo, soprattutto per gli utenti che utilizzano come browser internet Google Chrome. Le cause del disservizio non sono mai state chiarite. Solo una nota della compagnia per annunciare il ritorno della calma: «Quest’oggi alcune persone potrebbero aver avuto difficoltà, per un breve lasso di tempo, ad accedere a Facebook nella versione desktop da Chrome. La piattaforma è di nuovo funzionante al 100% per tutti. Ci scusiamo per il disagio». Il blackout non aveva coinvolto il “fratello minore” Instagram, come è successo invece tre giorni più tardi, il 26 agosto, quando il Facebookdown ha colpito soprattutto America del Nord e Australia. Chi usciva dal proprio profilo, aveva difficoltà a riconnettersi, mentre su Instagram si riscontravano problemi con l’aggiornamento della timeline.