Fabio Rizzi: “Arrestato consigliere Lega Nord”

di Redazione | 16/02/2016

fabio rizzi lega

Fabio Rizzi è stato arrestato insieme ad altrre 20 persone nell’Operazione ‘Smile’ per irregolarità in appalti odontoiatrici in aziende ospedaliere lombarde, sarebbe finito in carcere secondo fonti di agenzia, il consigliere regionale della Lega Nord, Fabio Rizzi, presidente della commissione Sanità ed estensore della recente riforma. Ordine di custodia cautelare anche la moglie di Rizzi, alla quale sono stati concessi gli arresti domiciliari. Per entrambi c’e’ l’accusa e’ di associazione per delinquere. Perquisizioni sono in corso nel domicilio di Rizzi e negli uffici al Consiglio regionale. In Lombardia lo scorso ottobre venne arrestato anche l’assessore alla sanità Mario Mantovani.

FABIO RIZZI ARRESTATO

Fabio Rizzi secondo l’agenzia Dire è un fedelissimo di Roberto Maroni e presidente della commissione sanità del Pirellone, e sarebbe tra i ventuno arrestati all’alba da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Milano. L’indagine, denominata “Smile”, avrebbe smantellato un giro di corruzione tra funzionari pubblici in appalti sanitari, in particolare nel settore odontoiatrico. Fabio Rizzi è l’autore della riforma della sanità in Lombardia. L’indagine condotta a Monza riguarda un presunto giro di mazzette e di turbative d’appalti pubblci banditi da diverse aziende ospedaliere per la gestione, in outsourcing, di servizi odontoiatrici. In tutto sono 21 le persone colpite da un procedimento cautelare. Per loro le accuse sono, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, turbata libertà degli incanti e riciclaggio. Di queste, undici sono funzionari pubblici che avrebbero favorito un gruppo imprenditoriale specializzato in servizi e forniture dentistiche.

FABIO RIZZI ARRESTATO, SALVINI: “CHI SBAGLIA NON MERITA LA LEGA”

 

Roberto Maroni dopo la notizia dell’arresto ha riunito tutti i capigruppo e tutti i capi delle delegazioni in giunta. Matteo Salvini su Facebook invece spera che sia tutto falso ma allo stesso tempo avverte che non c’è spazio per chi commette un errore: “Chi sbaglia davvero, non merita la Lega. Ma spero che le accuse si rivelino una bufala e che alcuni magistrati non siano in campagna elettorale, è accaduto già troppe volte“. Raffaele Cattaneo, presidente del Consiglio regionale e esponente di Ncd invece, ha riferito: “Da un punto di vista istituzionale è un altro colpo alla credibilità del Consiglio che stiamo cercando di recuperare“.

Esco ora dal Parlamento Europeo e leggo degli arresti in Lombardia.Prima riflessione: chi sbaglia davvero, non merita…

Pubblicato da Matteo Salvini su Martedì 16 febbraio 2016

FABIO RIZZI, PARLA ROBERTO MARONI: “SONO MOLTO INCAZ…O”

“Il mio primo sentimento è di stupore, e di grande delusione se le accuse venissero confermate. Prevale anche un sentimento diverso: sono anche molto incazzato. Sono incazzato per quello che e’ successo, ferma restando la presunzione di innocenza e la fiducia nella magistratura  perché il lavoro che stiamo facendo per il sistema sanitario rischia di essere infangato”. Così Roberto Maroni, governatore della Regione Lombardia, in conferenza stampa. L

FABIO RIZZI, CONTINUA MARONI: “CI COSTITUIREMO PARTE CIVILE”

 

a Regione Lombardia, continua Maroni, si costituirà parte civile: “Regione Lombardia è parte offesa. Quando succedono queste cose la Regione è infangata. Ci costituiremo in giudizio e siamo pronti a fare tutto ciò che serve. Il nostro impegno è fare piena luce e continuare la nostra azione attraverso anche i nuovi strumenti messi a disposizione dalla riforma che abbiamo fatto, per garantire la piena attuazione delle regole e delle procedure di trasparenza che qualcuno ha violato e che se ha violato deve pagarne le conseguenze”.

FABIO RIZZI: “HO CREATO UNA COMMISSIONE ISPETTIVA APERTA ALL’OPPOSIZIONE”

 

Roberto Maroni a proposito di Fabio Rizzi ha spiegato di aver costituito una “commissione ispettiva dove possono trovare spazio i rappresentanti dell’opposizione. Non vogliamo coprire nessuno. Non abbiamo nessuno da difendere. Chiunque sia. Quello che ha scritto il gip è un’offesa a me personalmente, al partito e alla Regione Lombardia. Parte offesa in questa vicenda. Purtroppo l’eccellenza, quando succedono certe cose, viene infangata”. Maroni ha manifestato la sua delusione anche umana: “Questa vicenda mi ha ferito personalmente per i rapporti che avevo con Fabio Rizzi”.

FABIO RIZZI: MARONI: “LA RIFORMA PREVEDE STRUMENTI DI CONTROLLO”

 

“La riforma – ha aggiunto Roberto Maroni parlando di Fabio Rizzi – prevede regole e nuovi strumenti di controllo. Ne cito uno, l’Agenzia di controllo, appena partita, lo strumento più idoneo per garantire che quello che è successo non possa ripetersi. Se qualcuno viola le regole e disattende la legge morale, questi comportamenti sono difficili per noi da verificare e da intervenire. Noi lo faremo sulle regole. Non servono nuove regole, sono già tutte previste nella nuova legge. L’Agenzia dei controlli è già stata istituita e siamo pronti che possa attivarsi fin da subito”.