Cosa sappiamo dell’attentato terroristico nella metro di Londra

di Gianmichele Laino | 15/09/2017

Esplosione metro Londra

Alle 8.20 di questa mattina (9.20 in Italia) c’è stata un’esplosione nella metro di Londra, alla stazione di Parsons Green. «Una palla di fuoco» ha avvolto il vagone di un treno fermo. Ci sono stati feriti – 22 secondo l’Ambulance service – alcuni ustionati, altri invece calpestati dalla folla in fuga. Fortunatamente nessuno è morto, ma Scotland Yard, già in mattina, ha fatto sapere che si è trattato di un attentato terroristico.

ATTENTATO NELLA METRO DI LONDRA, LE INDAGINI

Sull’attentato nella metro di Londra sta indagando l’antiterrorismo britannico. Il sindaco Sadiq Khan ha annunciato che è in corso una «caccia all’uomo», anche se non si sa se il ricercato sia uno solo o più persone. Al momento la polizia inglese non ha reso noto l’arresto di nessuno, ma sarebbe in possesso di un video in cui si vede passare il possibile terrorista.

LEGGI ANCHE > Allarme bomba simultaneo a Mosca, 20mila persone evacuate da oltre 30 centri

ATTENTATO NELLA METRO DI LONDRA, LA DINAMICA

L’esplosione è avvenuto alle 8.20 all’interno di un vagone della metro fermo alla stazione di Parsons Green, nella zona ovest di Londra, vicino a Fulham. I testimoni hanno raccontato di aver visto «una palla di fuoco» sul treno, condividendo video e foto su Twitter. Da queste immagini si vedeva un cestino bianco: è lì che doveva essere contenuto l’ordigno, nascosto all’interno di una busta del supermercato. La bomba è stata piazzata su uno dei vagoni posteriori ed è stata attivata a distanza da un timer. Si è trattato di un ordigno fabbricato in maniera artigianale e non molto potente. Prova ne sono i danni fortunatamente limitati che ha provocato sulla carrozza in cui è esploso.

ATTENTATO NELLA METRO DI LONDRA, I FERITI

Da questa mattina, subito dopo l’esplosione, sono circolate su Twitter foto e video dei feriti e testimonianze di chi era rimasto coinvolto nell’attentato nella metro di Londra«Ho sentito urla e persone che fuggivano nella stazione di Parsons Green» – ha scritto una persona, mentre sul social network circolavano immagini di persone con la faccia bruciata. L’Ambulance service ha fatto sapere che i feriti sono in tutto 22, alcuni ustionati, altri rimasti schiacciati dalla folla in fuga e sono stati trasportati in quattro ospedali di Londra. Nessuno di loro sarebbe in pericolo di vita.

 

ATTENTATO NELLA METRO DI LONDRA, LE REAZIONI POLITICHE

«I londinesi non si lasceranno mai intimidire o sconfiggere dal terrorismo – ha detto il sindaco di Londra, Sadiq Khan -, la nostra città condanna gli orribili individui che cercano di utilizzare il terrore per danneggiarci e distruggere il nostro stile di vita». Il primo cittadino della capitale britannica oggi pomeriggio sarà alla riunione d’emergenza del Cobra – il comitato di crisi del governo – convocata da Theresa May. La premier britannica ha espresso vicinanza ai feriti e lodato l’operato delle forze dell’ordine. Le misure di sicurezza sono state rafforzate in tutta la città, in modo particolare sulla rete del trasporto pubblico. «Invito tutti i londinesi a restare calmi e vigili e a controllare il sito del Transport of London per le comunicazioni legate agli spostamenti», ha detto il sindaco Sadiq Khan ai suoi cittadini.

Sull’attentato nella metro di Londra è intervenuto anche il presidente degli USA Donald Trump, che su Twitter ha scritto: «Un altro attacco, a Londra, di un terrorista sbandato. Queste sono persone malate e dementi già nel mirino di Scotland Yard. Bisogna stare sull’attenti». E poi ha polemizzato. «I terroristi devono essere affrontati in maniera molto più dura. Internet è il loro strumento di reclutamento principale che dobbiamo controllare e utilizzare meglio».

Una polemica a cui la premier Theresa May ha risposto attraverso la BBC: «Non credo che la speculazione sia utile a nessuno».

TAG: Londra