Equitalia non conosce crisi, nel 2015 incassi in crescita: +11%

di Redazione | 29/02/2016

Equitalia

Il bilancio 2015 di Equitalia indica una crescita degli incassi dell’agenzia di riscossione a quota 8,2 miliardi di euro, per un incremento di circa l’11% rispetto all’anno precedente. A rivelarlo è stato l’amministratore delegato Ernesto Maria Riffini la scorsa settimana, nel corso dell’audizione davanti alla Commissione di Vigilanza sull’anagrafe tributaria.

 

Pensioni anticipate, il governo ci pensa

 

EQUITALIA, NEL 2015 SOMME RISCOSSE IN SALITA A 8,24 MLD: +11,2%

Equitalia ha regstrato un +11,2% sul 2014 alla voca riscossione coattiva, che equivale a maggiori entrate per 832,6 milioni. La salita a 8,24 miliardi di entrate (+832,6 milioni) segue la crescita del 2014, quando l’ente di riscossione era passato precisamente da 7,10 a 7,41 miliardi. Ne parla oggi Marco Mobili sul Sole 24 Ore:

Alla voce riscossione coattiva 2015 Equitalia può indicare un sostanzioso +11,2% rispetto al 2014. Percentuale che tradotta in euro equivale a un aumento di 832,6 milioni. La crescita registrata già nel 2014, quando Equitalia era passata dai 7,10 miliardi recuperati nel 2013 a 7,41 miliardi, si è quasi triplicata nel 2015 attestandosi a 8,24 miliardi. Il risultato, poi, è ancor più significativo se si pensa che fino a giugno 2014 imprese e cittadini hanno potuto rottamare i ruoli più vecchi senza pagare gli interessi, beneficiando della sanatoria prevista dalla Stabilità 2014.

EQUITALIA, INCASSI IN CRESCITA OVUNQUE MA NON IN TRENTINO

Il successo di Equitalia viene attribuito a due fattori: da una parte alla maggiore propensione dei contribuenti a mettersi in regola, grazie anche alla possibilità di rateizzare il proprio debito in tempi più rapidi, dall’altra alla maggiore produttività dell’agente pubblico. Circa le metà dei recuperi contributivi effettuati è intestato all’Agenzia delle Entrate, più di un quarto all’Inps. Speiga ancora Mobili sul Sole 24 Ore:

I dati del 2015 (si vedano le tabelle) dimostrano come almeno il 50% dei recuperi effettuati da Equitalia e pari a oltre 4,2 miliardi di euro è intestato all’agenzia delle Entrate. A questi si devono sommare altri 403, 4 milioni di entrate erariali. I recuperi contributivi ammontano a circa 2,5 miliardi (Inps 2,3 miliardi e Inail 111,4 milioni). Mentre spiccano i 550 milioni recuperati nel 2015 per conto dei Comuni, nonostante l’uscita dell’agente pubblico dalla riscossione dei tributi locali viva di proroga in proroga.

Per quanto riguarda il confronto degli incassi di Equitalia nei diversi territori, la Lombardia resta in testa con 1,8 miliardi (+16,7% di somme riscosse), seguita da Lazio (1,18 miliardi), Campania (0,83 miliardi) ed Emilia Romagna, Veneto e Toscana (circa 0,6 miliardi). Il Trentino Alto Adige è l’unica Regione in cui le entrate non sono aumentate.

(Foto di copertina: ANSA / LUCA ZENNARO)

TAG: Equitalia