Elezioni Amministrative 2017, la data del primo turno è l’11 giugno. Il ballottaggio il 25

di Andrea Mollica | 29/03/2017

Elezioni amministrative 2017

Elezioni amministrative 2017, il ministro dell’Interno Marco Minniti ha fissato con proprio decreto la data in cui si svolgeranno. Le consultazioni per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, nonché per l’elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario si svolgeranno domenica 11 giugno 2017. L’eventuale turno di ballottaggio per l’elezione diretta dei sindaci avrà luogo domenica 25 giugno. I comuni coinvolti nelle elezioni amministrative 2017 sono 1.021, di cui 796 nelle regioni a statuto ordinario e 225 nelle regioni a statuto speciale. Nelle regioni a statuto speciale il giorno delle elezioni amministrative è stabilito dalla competente autorità regionale che, in Valle d’Aosta e Trentino-Alto Adige, ha individuato la data del 7 maggio. 153 è il numero dei comuni superiori ai 15 mila abitanti, tra cui 25 comuni capoluogo di provincia, e quattro comuni capoluogo di regione: Palermo, Genova, Catanzaro e L’Aquila. I comuni inferiori ai 15.000 abitanti sono 858. Le sfide politicamente più rilevanti saranno quelle di Genova e Palermo. Nel capoluogo siciliano si presenta Leoluca Orlando, appoggiato da una lista civica in cui è confluito il PD, mentre a Genova l’uscente Marco Doria ha preferito rinunciare a un secondo mandato. Il capoluogo ligure potrebbe essere la città più significativa per il M5S: Beppe Grillo vive lì e il Movimento è storicamente forte. Le tensioni dopo le comunarie, annullate dallo stesso Grillo per la  non sono però finite, tanto che l’ex candidata M5S Marika Cassimatis ha deciso di querelare il garante dei 5 Stelle e Alessandro Di Battista. Un’altra città importante che andrà al voto è Parma, dove si ripresenta il sindaco Federico Pizzarotti espulso dal M5S poco tempo fa. A Verona  il sindaco uscente Flavio Tosi non si ripresenta dopo aver svolto due mandati, anche se attende una legge speciale per poterlo fare. Il centrodestra non ha ancora indicato il suo candidato, ma dovrebbe presentarsi unito, come a Padova, dopo la rottura sul sindaco Bitonci. che si ripresenta. In Lombardia vanno al voto tre capoluoghi di provincia, Monza, Como e Lodi in ordine di popolazione, mentre in Liguria ci sarà rinnovo dell’amministrazione nella seconda città più popolosa, La Spezia. In Italia centrale i capoluoghi di provincia più importanti sono Lucca e Frosinone, mentre al Sud le sfide più interessanti sono in Puglia, a Taranto e Lecce.

Foto copertina: ANSA/ANGELO CARCONI