Donald Trump, cosa pensano dei suoi capelli i parrucchieri delle star

di Redazione | 28/01/2016

Donald Trump capelli

Donald Trump capelli

La chioma di Donald Trump è da tempo oggetto di discussioni. Il miliardario primattore delle primarie repubblicane ha spesso giocato con i dubbi del pubblico sui suoi capelli, confermando più volte come siano veri, e facendo battute sui falsi problemi del riscaldamento globale collegato alla lacca.

TRUMP DONALD

L’AFP, l’agenzia nazionale della stampa francese, ha chiesto ai più famosi parrucchieri transalpini la loro opinione sulla capigliatura di Donald Trump. La chioma dell’immobiliarista stella prima della TV e ora della politica è probabilmente, come ironizza AFP, l’unico argomento su cui Donald Trump non divida: l’ostilità verso la sua capigliatura unisce tutti, americani come europei. Secondo il parrucchiere Frédéric Mennetrier, che tra le sue clienti Kim Kardashian e Alessandra Ambrosio, la chioma del candidato al momento in vantaggio in tutti i sondaggi delle primarie Gop è una via di mezzo tra la coda di una lontra e la spiga in fiore di un mais. Specializzato nel colore, Mennetrier, rimarca come la chioma arancio-dorata di Trump evochi l’arte contemporanea, una sorta di performance concettuale per afferrare l’eterna giovinezza. In effetti, rimarca AFP, i colori dei capelli di Donald Trump sono cambiati durante le stagioni, passando dal giallo canarino degli anni passati all’arancione selvaggio che lo caratterizza in questa fase di enorme esposizione mediatica. La stranezza della chioma è poi accentuata dal riporto laterale, che nasconde interamente la fronte.

 

DONALD TRUMP RIPORTO

Christophe, il parrucchiere francese delle star di Hollywood, rimarca come il riporto di Donald Trump sia così imponente da coinvolgere circa l’80% dei capelli, schiacciati solo su un lato per farli apparire più spessi e coprire al contempo la testa. Per questo motivo, sottolinea Christophe, la sua riga è così bassa. Negli anni settanta la riga stava a destra, mentre ora è a sinistra, percorso opposto rispetto alla traiettoria politica di un imprenditore una volta molto vicino alla famiglia Clinton. La forma attuale dei capelli di Trump, così particolare da esser paragonata a uno scoiattolo o simile roditore, è comparsa alla fine degli anni ottanta, ed è diventata un simbolo del miliardario, che alla fine del secolo scoro è diventato una stella della TV dopo aver occupato i giornali scandalistici con la sua storia con Ivana Trump. Secondo una biografia autorizzata la cotonatura di Donald Trump è stata una reazione successiva a una forte lite con la moglie. Da allora i capelli con il taglio più peculiare dello star system americano hanno caratterizzato il miliardario, prima nelle sue apparizioni TV poi in politica. Nei comizi Donald Trump si è spinto perfino a invitare le persone sul palco per mostrare la veridicità dei suoi capelli. Anche se sul colore, come notano tutti i parrucchieri delle star intervisti da AFP, non si può che stendere un “velo pietoso”, visto quanto sia innaturale il biondo virato arancio, per un ventenne ma soprattutto per un quasi settantenne.