Domenico Maurantonio, parla l’avvocato: «I suoi compagni si sono incontrati, anche fuori dalla scuola»

di Redazione | 25/05/2015

domenico maurantonio compagni

Sulla morte di Domenico Maurantonio, il diciannovenne di Padova precipitato dal quinto piano di un hotel del milanese dove alloggiava inseme alla sua classe durante una gita, parla il legale della famiglia Maurantonio che questa mattina è intervenuto alla trasmissione di Mediaset Mattino Cinque.

domenico maurantonio compagni

 

«CI DEVE ESSERE STATO UN ACCORDO ESTERNO» –

Secondo l’avvocato Eraldo Stefani, i compagni di classe di Domenico si sarebbero incontrati dopo la morte del loro compagno.

Ci deve essere stato un accordo esterno. Io ho assunto dichiarazioni di persone informate sui fatti e posso dire che ci sono stati incontri tra i compagni di Domenico presenti in gita, anche fuori dalla scuola. Sul fatto che si siano messi d’accordo non so ma, che ci siano stati degli incontri fuori tra questi ragazzi, questo è pacifico.

Questa mattina il Corriere della Sera era uscito in tutte le edicole con un’intervista al padre di Domenico il quale, appunto, aveva espresso tutta la propria amarezza circa il silenzio dei compagni di classe del figlio che, a due settimane dalla tragedia, non avrebbero «ancora raccontato quello che è successo davvero».

 

LEGGI ANCHE: Domenico, parla il padre: «Pensavo che gli amici parlassero»

 

CONTRADDIZIONI? –

Secondo l’avvocato della famiglia Maurantonio, tuttavia, tra i ragazzi ci sarebbero stati dei contatti, anche al di fuori della scuola. Conclude l’avvocato Stefani:

E poi chi ci dice che non ci siano nel quadro testimoniale anche tante contraddizioni?

(Photocredit copertina: