Delitto Garlasco, bocciato l’esposto della famiglia di Alberto Stasi

di Redazione | 24/01/2017

alberto stasi

La corte d’Appello di Brescia ha deciso per il non luogo a provvedere in merito all’esposto presentato dalla madre di Alberto Stasi, che indicava un altro possibile assassino di Chiara Poggi.

LA CORTE D’APPELLO DI BRESCIA BOCCIA L’ESPOSTO DELLA MADRE DI ALBERTO STASI

Alberto Stasi sta scontando da circa un anno la pena a 16 anni di carcere per il delitto di Garlasco. Stasi è stato condannato in via definitiva per aver ucciso la sua fidanzata, Chiara Poggi. La madre del condannato ha presentato tempo fa un esposto alla magistratura per scagionare il figlio dalle responsabilità. Qualche settimana fa i legali di Alberto Stasi avevano presentato i risultati di un’indagine difensiva, che indicava come sotto le unghie di Chiara Poggi ci sarebbe il Dna di un’altra persone, un amico del fratello della ragazza uccisa a Garlasco. LEGGI ANCHE > Delitto Garlasco, gli avvocati della famiglia di Chiara: «L’autore è stato già condannato»

DELITTO GARLASCO, COSA SUCCEDE ORA

Il giovane è stato indagato come atto dovuto, ma la procura di Milano ha preferito soprassedere rispetto all’esposto, chiedendo alla corte d’Appello di Brescia di esprimersi. La decisione di non dare seguito all’esposto sembra segnare una sconfitta per Alberto Stasi, anche se i suoi legali hanno puntualizzato di non aver ancora presentato un’istanza di revisione del processo in base all’esposto. Questa strada rimane ancora aperta, in teoria, così come anche la procura di Pavia, a cui è stato depositato l’esposto, potrebbe riaprire l’inchiesta.