Consip: chiesta archiviazione per Woodcock e Federica Sciarelli

di Redazione | 02/10/2017

federica Sciarelli

La procura di Roma ha chiesto l’archiviazione per il pm di Napoli Henry John Woodcock indagato per falso e per rivelazione del segreto in concorso con la giornalista Federica Sciarelli nell’ambito dell’inchiesta CONSIP, la centrale acquisti della pubblica amministrazione. L’archiviazione è stata chiesta dai pm romani anche per la conduttrice.

LEGGI ANCHE > Consip, con Woodcock indagata anche la giornalista Federica Sciarelli

CONSIP: CHIESTA ARCHIVIAZIONE PER WOODCOCK E SCIARELLI

La rivelazione del segreto d’ufficio era legata alla fuga di notizie avvenuta con la pubblicazione sul Fatto Quotidiano di una serie di articoli, tra il 21 e il 23 dicembre 2016, che svelavano l’esistenza di un’indagine Consip nella quale figuravano iscritti sul registro degli indagati il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette e l’attuale ministro dello Sport Luca Lotti. Il procuratore Giuseppe Pignatone, l’aggiunto Paolo Ielo e il pm Mario Palazzi erano convinti che a passare quelle informazioni al giornalista Marco Lillo fosse stato proprio il pm partenopeo, che su Consip lavorava da tempo, usando come tramite la storica conduttrice Rai. Questa tesi è stata negata dai coinvolti nella vicenda. A confermare la loro versione l’analisi dei tabulati telefonici e dei messaggi WhatsApp, riferiti anche a un altro indagato, il maggiore Giampaolo Scafarto, che nella veste di ufficiale del Noe aveva condotto buona parte degli accertamenti su Consip.

(foto copertina ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)