La meravigliosa bufala di Licio Gelli che insulta il M5S: il gran ritorno di Ermes Maiolica

di Andrea Mollica | 21/09/2017

bufala Licio Gelli

Licio Gelli insulta il Movimento 5 Stelle, definendo Di Maio un fascista ignorante e Virginia Raggi peggio della mafia. Si tratta del titolo di un post molto condiviso sui social mediam dal titolo: «Licio Gelli, il M5S onesto? Di Maio fascista e Virginia Raggi peggio della Mafia» pubblicato da un blog chiamato Stampa del Lazio. La notizia riprende dure considerazioni di Licio Gelli contro il M5S, definito una formazione populista chiaramente associabile alla destra nazionalista, attaccando Di Maio e Di Battista, i due 5 Stelle più famosi, come due fascisti.

bufala Licio Gelli

BUFALA LICIO GELLI, IL GRANDE RITORNO DI ERMES MAIOLICA

La notizia è chiaramente una bufala: le dichiarazoni di Gelli appaiono come virgolettati recenti, ma il fondatore della P2 è morto ormai quasi due anni fa.  «Il Movimento 5 Stelle (M5S) è un fenomeno niente affatto nuovo nel panorama politico non solo italiano ma più generale europeo ed ora mondiale se consideriamo Trump negli Usa; infatti il suo contenuto ideologico è certamente da iscriversi alla famiglia politica del populismo. Con questo termine, non necessariamente dispregiativo, è da intendersi un agglomerato di valori facilmente riconoscibili: democrazia diretta, euroscetticismo, autarchia, posizioni anti – immigrati, utilizzo di violenza verbale (e qualche volta fisica), culto del “capo”, nazionalismo esasperato.Tutti questi elementi si ritrovano facilmente nei partiti o movimenti definiti di destra o di estrema destra ma il lato in un certo senso interessante del fenomeno è che in patria, in genere, questi  blocchi politici non ricevono categorizzazioni ben precise. Quindi non mi stupisce affatto se Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio sono 2 fascisti e i danni che sta facendo Virginia Raggi a Roma sono peggio di quelli fatti dalla Mafia”».

LEGGI ANCHE > LA BUFALA SULLA POLIZZA ANTISTUPRO DELLE STUDENTESSE AMERICANE, INGIUSTAMENTE ATTACCATE

 

BUFALA LICIO GELLI, FAKE NEWS SIMILE A QUELLA DI UMBERTO ECO

Altrettanto indicativo del carattere di fake news è il sito che ospita la notizia degli insulti di Gelli contro il M5S, Stampa del Lazio, così come il widget con la parola Hoax, bufala, al fianco del post. L’autore del post sugli insulti di Licio Gelli al M5S è il grande Ermes Maiolica. Il re delle fake news ha rotto il silenzio, ed è tornato a scrivere finte notizie con cui fa impazzire i gruppi Facebook. Nonostante sia una evidente bufala il post di Ermes Maiolica è stato molto condiviso, con diverse migliaia di share, e molte persone, anche sul sito di Stampa del Lazio, dimostrano di crederci insultando Gelli. La fake news è confezionata in modo simile a quella di Umberto Eco che insultava gli elettori del No al referendum costituzionale, nonostante fosse già morto. Ermes Maiolica ci ha spiegato di aver scritto questa nuova bufala per uno studente universitario che sta facendo la sua tesi su questo tema. Avrebbe voluto riproporre un’altra bufala su Umberto Eco, ma visto che la docente dello studente che aiutava era sua allieva ha ripiegato su Licio Gelli.