Intesa Sanpaolo ha chiesto di cancellare il video della filiale di Castiglione

di Redazione | 06/10/2017

bufala Intesa Sanpaolo

Quando in redazione è arrivata una mail di YouTube, che ha riportato una richiesta del presunto account social di Intesa Sanpaolo per l’immediata rimozione del video motivazionale girato dai lavoratori della filiale di Castiglione delle Stiviere, siamo balzati sulla sedia. Da qualche giorno, per la questione dei video virali, siamo in costante contatto con gli uffici stampa della banca. E ci è sempre stato detto che, dal momento che i video non presentavano contenuti sconvenienti, non sarebbero stati cancellati. Eppure ora Intesa ha iniziato a reagire: a Giornalettismo informare di aver richiesto la rimozione dei video di Katia e dei colleghi da Youtube.

LEGGI ANCHE > Ma da dove nascono i video di Intesa Sanpaolo?

BUFALA INTESA SANPAOLO, L’AZIENDA NON HA MAI CHIESTO DI CANCELLARE I VIDEO

Il primo a diffondere la notizia sui social è stato il conduttore radiofonico ed ex Iena Mauro Casciari, che ha allegato su Twitter l’immagine della  mail di Intesa Sanpaolo:

INTESA SANPAOLO E LA RICHIESTA DA AGENZIA ESTERNA

Il conduttore ha taggato nel suo tweet anche la giornalista del Fatto Quotidiano Selvaggia Lucarelli che, da qualche giorno, sta prendendo (giustamente) le difese di Katia, la direttrice di filiale al centro del primo video virale della filiale Intesa Sanpaolo di Castiglione delle Stiviere. La giornalista e blogger ha rilanciato la mail scrivendo «La tenerezza di Intesa San Paolo che vuole far rimuovere il video di Katia su YouTube».

L’indirizzo da cui proviene la richiesta è intesasanpaolosocial@gmail.com. Se fosse stata una comunicazione ufficiale, il dominio della mail sarebbe stato il canonico @intesasanpaolo.com. L’indirizzo viene attribuito da una agenzia digital che collabora per il gruppo. A Intesa San Paolo dalla comunicazione ci confermano: «Abbiamo chiesto la rimozione dei contenuti perché lesivi verso l’azienda e soprattutto verso i nostri dipendenti».