Banche: raggiunto accordo Ue per le sofferenze delle banche italiane

di Redazione | 26/01/2016

banche accordo sofferenza

Arriva l’accordo in Europa per la gestione delle sofferenze bancarie degli istituti italiani. A garantirlo è il ministro del Tesoro, Pier Carlo Padoan, dopo l’incontro con il commissario Ue alla Concorrenza, la danese Margrethe Vestager. «Abbiamo raggiunto l’accordo con la Ue sul meccanismo di garanzia per i crediti deteriorati delle banche in difficoltà», ha spiegato Padoan. Un’intesa, dunque, sulla soluzione che sarà prospettata per liberare i bilanci delle banche italiane dal peso dei crediti scaduti.

LEGGI ANCHE: Bail-in: cosa significa e cosa è

PADOAN E L’ACCORDO UE SULLE SOFFERENZE BANCARIE

La soluzione? Una cartolarizzazione delle sofferenze (Gacs), che «accompagna e si rafforza, tenendo conto delle misure per la velocizzazione dei processi che sono stati già introdotti qualche mese fa». Nelle prossime ore saranno forniti ulteriori dettagli tecnici.
Lo strumento, afferma Padoan «completa la scatola degli attrezzi italiani per gestire i crediti in sofferenza. I dettagli tecnici verranno messi a punto nelle prossime ore». Il meccanismo «ha un sistema di incentivazione molto utile per accelerare i tempi. Quando ci saranno i documenti avrete modo di guardarli più in dettaglio». Perché l’incontro è durato così a lungo? «Perché si sta bene qui alla Commissione e abbiamo chiacchierato del più e del meno», ha concluso.

(in copertina ANSA/GIUSEPPE LAMI)