Banca Etruria insolvente. Aperta inchiesta per bancarotta fraudolenta

di Redazione | 11/02/2016

Banca Etruria

Banca Etruria: insolvenza dichiarata dal Tribunale di Arezzo che ha deciso di accogliere le richieste del commissario liquidatore. Questo significa che la procura guidata da Roberto Rossi aprirà il fascicolo per bancarotta fraudolenta nei confronti degli ex amministratori della banca. Di fatto, era quello che gli ex manager temevano di più. Ora ad Arezzo si apre così il quinto filone di inchiesta. Le indagini puntano verso i vertici della Popolare tra il 2013 e il 2015. Non soltanto il direttore generale Luca Bronchi, gli ex presidenti Giuseppe Fornasari e Lorenzo Rosi, ma anche i vice Alfredo Berni e Pier Luigi Boschi, il padre del ministro delle Riforme Maria Elena (oltre ai consiglieri di amministrazione che si sono succeduti prima del commissariamento, ndr). Una vicenda che rischia di trascinarsi anche a livello politico. nonostante il ministro abbia già chiarito di non volersi dimettere, anche nel caso di indagine nei confronti del padre.

banca etruria dirigenti

BANCA ETRURIA BANCAROTTA FRAUDOLENTA:

La dichiarazione dello stato di insolvenza di Banca Etruria segna una svolta importante nella vicenda, per i suoi effetti. Lo riporta anche Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera:

“Il richio è che vengano iscritti nel registro degli indagati l’ex residente Lorenzo Rosi e i due ex vicepresidenti Alfredo Berni e Pierluigi Boschi, padre della ministra per le Riforme Maria Elena. La richiesta del commissario Giuseppe Santoni era stata appoggiata proprio dai pubblici ministeri nel corso dell’udienza che si è svolta lunedì scorso.

 

BANCA ETRURIA BANCAROTTA FRAUDOLENTA, APERTA L’INCHIESTA

I legali di Lorenzo Rosi, ex presidente di Banca Etruria, hanno fatto sapere che verrà presentato il ricorso: la decisione del Tribunale di Arezzo respinge anche la  richiesta di sollevare la questione di legittimità costituzionale del decreto salvabanche. Nel frattempo, il Codacons ha fatto sapere che non appena la procura aprirà il fascicolo per bancarotta fraudolenta, si costituirà parte offesa nel procedimento.

(Photocredit copertina: ANSA/FRANCO SILVI)