L’Austria vieta il velo in pubblico e la distribuzione del Corano

di Redazione | 29/03/2017

velo vietato

L’Austria vieta il velo in pubblico, e si prepara a bandire la distribuzione del Corano e a rendere obbligatoria la frequentazione di corsi di lingua e cultura tedesca per i profughi nel primo anno del loro arrivo nel paese. È quanto riportano i media austriaci precisando che le misure, preannunciate a febbraio, sono state approvate ieri dall’esecutivo di larga coalizione nel Consiglio dei ministri che ha apportato modifiche al piano ‘sicurezza e integrazione’.

 

LEGGI ANCHE > La Russia non si ferma: condanne a pioggia per gli attivisti anti-Putin

 

IN AUSTRIA VELO VIETATO

«Solo in questo modo le persone potranno elaborare il rispetto verso la società», ha dichiarato Sebastian Kurz dell’Oevp (il Partito Popolare Austriaco), ministro degli Esteri e dell’Integrazione, promotore del pacchetto di misure appena varato. Il provvedimento approvato ieri prevede il divieto del burqa e di qualsiasi altro tipo di velo che copra il viso delle donne nei luoghi pubblici.

(Foto da archivio Ansa)

TAG: Austria