Autore: Guido Tricarico

Lo sciopero della fame e della sete del leader radicale, i tweet di solidarietà, le parole affettuose su Twitter. E un disgustoso sapore di dejà-vu