“Nessun canguro sarà più ucciso per Adidas”

di Tommaso Caldarelli | 04/09/2012

Le Predator sono un famoso modello di scarpe da ginnastica prodotte dalla Adidas che ha annunciato che dismetterà con effetto immediato il principale componente delle scarpe: la pelle di canguro. I dirigenti dell’azienda sono così stati a sentire le varie associazioni degli animalisti che hanno in questi anni premuto perché il canguro uscisse dalla filiera di Adidas.

 

LEGGI ANCHE:  Il piano geniale di una volpe, un cinghiale e un canguro

 

BASTA CANGURO – Lo stesso David Beckham ha smesso di indossare scarpe di canguro dopo che qualcuno gli ha riferito la crudeltà con cui questi animali venivano massacrati per ricavarne pelle e scarpe: il canguro sarà espulso dalla macchina produttiva di Adidas per percentuali “del 98% in 12 mesi”. “Ci siamo impegnati con Adidas riguardo il loro uso della pelle di canguro. Abbiamo positivamente notato la transizione della linea Predator che ora non contiene più pelle di canguro, e che nei prossimi 12 mesi Adidas ridurrà la propria fornitura di pelle di canguro del 98%” dice la Co-op Asset Management, società di advising sempre attenta ai temi etici.

PLAUSO – Plaudono gli animalisti e la Australian Wildlife Protection Council: “Il massacro dei canguri è il più grande massacro di fauna selvatica al mondo, portata avanti dal paese che ha una pessima fama per le estinzioni dei suoi animali”, ha detto l’organizzazione animalista Viva!. I numeri sono invero impressionanti: parliamo di “milioni di adulti uccisi ogni anno per la pelle e la carne”, e quasi un milione di piccoli canguri sono “decapitati, uccisi, picchiati a morte ogni anno e poi buttati via come scarto”.

 

LEGGI ANCHE: