Nelle liste della Lega per le europee c’è anche il fidanzato della nipote della Le Pen

di Redazione | 17/04/2019

Vincenzo Sofo
  • Vincenzo Sofo è candidato con la Lega alle prossime elezioni europee

  • Ha una relazione con Marion Maréchal Le Pen, nipote di Marine Le Pen

Sarà davvero un punto di contatto tra Matteo Salvini e la famiglia Le Pen? Nelle liste dei candidati della Lega a eurodeputato nelle elezioni europee del prossimo 26 maggio, c’è anche Vincenzo Sofo, in corsa nella circoscrizione Italia meridionale. Perché il suo nome desta così tanta attenzione? Perché da qualche tempo, almeno dal luglio dello scorso anno, è legato sentimentalmente a Marion Maréchal (in passato si faceva chiamare Marion Le Pen), nipote di Jean-Marie, fondatore del Front National, e di Marine Le Pen , attuale leader del nuovo partito nato proprio da quell’esperienza politica.

LEGGI ANCHE > I soldati contro Matteo Salvini: «Ingerenza gravissima, non prendiamo ordini da lui»

Vincenzo Sofo e il suo legame con Marion Le Pen

Marion Maréchal è stata per tanto tempo l’astro nascente della politica francese. È stata la più giovane deputata della Francia repubblicana (all’età di 22 anni) ed è stata a un passo dal diventare presidente della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Prima di ritirarsi dalla vita politica, sull’onda lunga dei litigi tra il nonno e la zia per il futuro del Front National (ora Rassemblement National).

Non sono mancate le polemiche per il suo addio al partito della zia, dopo l’espulsione del nonno. Marion (classe 1989), infatti, si è dimessa due giorni dopo le elezioni presidenziali del 2017, stravinte da Emmanuel Macron, e ha deciso di rinunciare al cognome del nonno e della zia. Ora, il suo compagno Vincenzo Sofo torna a stabilire un seppur sottilissimo legame con la politica europea e con il partito di Marine Le Pen.

Chi è Vincenzo Sofo, candidato con la Lega alle europee

Fondatore del blog Il Talebano, Vincenzo Sofo ha lavorato a lungo con Salvini per ricostruire un fronte sovranista a destra molto compatto. La sua esperienza diretta in politica era al momento limitata a un posto in consiglio comunale a Milano. Poi, ha lavorato sempre di più dietro le quinte del progetto della nuova Lega salviniana, offrendo le basi programmatiche e ideologiche a ciò che Salvini ha capitalizzato in termini di comunicazione e di voti.

Sarà la sua candidatura a riavvicinare Marion Maréchal Le Pen alla politica e al partito guidato dalla zia? Intanto, Vincenzo Sofo si prepara alla nuova sfida e ringrazia Salvini per la fiducia concessagli: «Grazie per avermi affidato l’onore di rappresentare la mia terra di origine, quella che mi scorre nel sangue, quella dei miei genitori e dei miei zii e dei miei nonni e dei miei avi – scrive Vincenzo Sofo su Facebook -. Quella terra che ho sempre amato e rivendicato come radice e che, con l’esempio di buona amministrazione datomi dalla Lega in Lombardia, spero di poter contribuire a migliorare e a tornare a splendere come merita: il sud».

TAG: Lega