La morte di Alessio Vinci a Parigi e il giallo sul conto a Monaco

di Enzo Boldi | 05/02/2019

Alessio Vinci
  • Ancora non è stata fatta chiarezza sulla morte di Alessio Vinci

  • La polizia francese è risalita a un conto privato in una banca di Monaco

  • Il pomeriggio prima della sua morte un prelievo da 700 euro e una ricevuta di un deposito da 100mila euro

Sono passate più di due settimane dal ritrovamento del corpo senza vita di Alessio Vinci, il 18enne di Ventimiglia trovato morto in un cantiere di Parigi. La polizia francese sta proseguendo le indagini sul caso che potrebbero chiudersi con la certificazione che si sia trattato di un suicidio. Nel frattempo, però, dalla capitale transalpina arrivano notizie che rendono la situazione ancor più fumosa di quanto già non lo sia stata finora.

LEGGI ANCHE > Alessio Vinci, il giovane italiano trovato morto in un cantiere a Parigi

Il pomeriggio del giorno della sua morte, infatti, il giovane studente ligure – eccellenza italiana iscritto al primo anno di Ingegneria Aerospaziale al Politcenico di Torino con un anno di anticipo rispetto ai suoi coetanei – ha prelevato 700 euro dal suo bancomat il cui uso non è stato ancora reso noto. Inoltre è spuntata anche la ricevuta di un deposito da 100mila euro su un conto nel Principato di Monaco. Due elementi che sembrano andare in contrasto con la situazione economica del giovane Alessio Vinci che viveva a Ventimiglia con il nonno.

La morte di Alessio Vinci e il giallo del deposito da 100mila euro

E proprio al nonno il 18enne aveva inviato la foto di quella ricevuta di deposito su un conto corrente francese, di cui non si conosce l’identità dell’intestatario. Sembra difficile che quel conto bancario possa esser stato aperto da lui dato che non ha la residenza nel Principato. Oltretutto, nel portafoglio trovato nelle tasche dei suoi vestiti non sono state ritrovate carta d’identità e carta di credito.

Il giovane è volato da una gru alta 45 metri

Nel frattempo, la polizia francese sembra esser pronta a chiudere le indagini e archiviare l’accaduto come un suicidio. Alessio Vinci è precipitato da una gru in un cantiere di Porte Maillot, a Parigi, e dopo un volo di 45 metri si è schiantato al suolo portando con se tutti gli interrogativi che nelle ultime settimane sembrano non aver trovato alcuna risposta e a cui ogni giorni si aggiunge un nuovo tassello.

(foto da copertina Facebook)