Il governo fa bene solo a Casaleggio: nel 2018 la sua azienda vola

di Redazione | 22/11/2018

Casaleggio
  • Il governo con il Movimento 5 Stelle è entrato in carica nel 2018

  • Da allora i bilanci della Casaleggio Associati sono più floridi

  • Il dialogo di Davide Casaleggio con i colossi del mercato

Qualcuno sta cercando di capire a chi fa bene questo governo. Ci stanno provando quelli che ambiscono alla pensione, per capire se effettivamente quota 100 si farà e con quali modalità, ci stanno provando le persone disoccupate che aspettano il reddito di cittadinanza. A conti fatti, al momento, il governo fa bene a Davide Casaleggio e alla sua piccola azienda di famiglia. Sarà anche solo una coincidenza, ma nel 2018 – da quando cioè il Movimento 5 Stelle è entrato nell’esecutivo – i bilanci della ditta sono floridi. Ricordiamo che Davide Casaleggio è presidente dell’Associazione Rousseau che guida e determina l’indirizzo delle scelte politiche del Movimento fondato da Beppe Grillo e da Gianroberto Casaleggio, papà di Davide.

LEGGI ANCHE > I 45 milioni in Manovra per il «Fondo Blockchain» e il conflitto d’interessi della Casaleggio

Casaleggio Associati, un 2018 da sogno

Lo si nota anche non spulciando nei libri contabili: Casaleggio viene invitato in tutti i convegni organizzati dalle multinazionali più importanti – l’ultimo caso, come riporta Il Giornale, riguarda la Samsung – e, secondo Repubblica, i soldi raccolti dalla Casaleggio Associati con gli ultimi lavori valgono da soli già il 10% del fatturato del 2017. Insomma, niente male per una piccola azienda a conduzione familiare.

Una piccola e media impresa che dialoga con tutti i colossi della tecnologia e con tutti i più importanti gestori di servizi. Si pensi ad esempio alle aziende che in questi ultimi mesi sono entrate in contatto con la Casaleggio: si parla di marchi noti come Amazon, Coop, Ikea, Decathlon, Italo, Sky, Mediaset, Tim, Intesa, Ibm e Unicredit. Non proprio gli ultimi arrivati insomma.

Casaleggio e la blockchain, quali scenari?

E se si considera, poi, quello di cui avevamo già parlato nei giorni scorsi – cioè lo sviluppo della Casaleggio della cosiddetta tecnologia blockchain che il figlio di Gianroberto ritiene essere alla base della quarta rivoluzione industriale -, con il governo che ha stanziato nella legge di bilancio ben 45 milioni nel «Fondo Blockckhain e Internet of things», facile immaginare che il volume d’affari dell’azienda crescerà ancora di più. Anche se dalla sede giurano che non utilizzeranno mai quei soldi perché loro si concentrano sulla consulenza. Un mercato che, in ogni caso, sarà in espansione.

FOTO: ANSA/ANGELO CARCONI