Il fantoccio di Salvini su un gommone calato nell’Arno: la protesta degli studenti a Firenze

di Enzo Boldi | 26/10/2018

Fantoccio Salvini in Arno
  • La protesta degli studenti tra le strade di Firenze

  • Il fantoccio di Salvini fatto scendere nell'Arno a bordo di un gommone

  • Cori e slogan contro il governo anche a Torino

Un fantoccio con il volto di Matteo Salvini è stato gettato, a bordo di un gommone, nell’Arno da alcuni studenti che stanno manifestando contro il governo a Firenze. Il lancio del manichino – che, oltre alla foto del leader della Lega al posto della faccia, indossa una felpa blu con su scritto «Italia» – arriva dopo alcuni cori e slogan avversi al ministro dell’Interno e a Luigi Di Maio. Il corteo studentesco, oltre che a manifestare per la tutela del diritto allo studio – ha anche una natura antirazzista.

LEGGI ANCHE > Travaglio e l’elenco delle frasi di Renzi che sembrano di Salvini

«Di Maio Salvini governo di assassini» e «Salvini razzista sei il primo della lista» sono i cori cantati e rilanciati più volte nel corso del corte studentesco tra le vie di Firenze. I giovani – e non solo – protestano contro la politica anti-migranti portata avanti dal leader della Lega e il decreto sicurezza fortemente voluto da tutto il Carroccio. L’emblema della manifestazione è quel fantoccio con l’effige del ministro dell’Interno fatto scendere nelle acque del fiume Arno a bordo di un gommone.

Fantoccio Salvini in Arno

 

Salvini e Di Maio al centro delle contestazioni

Tra le vie di Firenze, la manifestazione contro il governo – in particolare contro Salvini e Di Maio, i due rappresentanti più mediaticamente esposti – è stata organizzata da Sì Cobas, Collettivo antagonista studentesco e collettivo femminista studentesco Spine nel fianco, in occasione dello sciopero generale diffuso quest’oggi in tutta Italia e che sta coinvolgendo anche i lavoratori del settore Sanità e Trasporti.

Slogan e cortei anche a Torino

Tra le città che hanno visto scendere nelle loro strade i cortei c’è anche il capoluogo piemontese, dove le proteste hanno riguardato i temi di integrazione, disparità sociale, sessismo, lavoro ed economia. Cori, striscioni e slogan contro la Manovra economica, ma anche di critica nei confronti di rappresentanti (del presente e del passato) delle Istituzioni torinesi.

(foto di copertina: Ansa. Fotogallery: ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO)