Cosimo Ettorre
|

Il consigliere M5S Cosimo Ettorre si è dimesso

Il consigliere del movimento 5 stelle Cosimo Ettorre aveva postato una foto su Facebook che ritraeva dei militanti del Partito Democratico . paragonandoli  ad anziani con malattie croniche, come il diabete, l’ Alzheimer e la demenza.  Dichiarazioni che avevano sollevato un gran polverone, tanto che oggi si è ufficialmente dimesso dal suo incarico.

A poco erano valse le scuse pubblicate poco dopo il post incriminato, ora rimosso. Sotto alla foto aveva suggerito ai militanti Pd «di rimanere compatti ma suddividersi in gruppi in base alle patologie che colpiscono gli anziani: in testa i diabetici, afflitti da prostatite sulla sinistra del corteo, vittime Alzheimer e demenza senile sulla destra, problemi di osteoporosi in fondo al corteo: potrebbero rallentare». Frasi dall’intento sarcastico ma dal risultato ben differente. Da tali dichiarazioni si erano dissociati diversi politici, e il consigliere pentastellato era stato attaccato da molte associazioni che si occupano di assistenza proprio ai più anziani e ai malati di Alzheimer e diabete. Ettorre si era scusato, sempre su Facebook, scrivendo «Il mio post di ieri ha urtato la sensibilità di molti e per questo vorrei scusarmi. Ho sbagliato», ma non è bastato. Oggi pomeriggio, sempre attraverso il suo profilo sul social, ha annunciato le sue dimissioni.

LEGGI ANCHE >Il consigliere M5S offende i manifestanti del PD: «Si suddividano in diabetici, malati di Alzheimer e di demenza senile»

Cosimo Ettorre si dimette, «minacce e insulti contro di me e la mia famiglia»

Un mazzo di chiavi con il suo nome, e il suo badge. «Ho commesso una gravissima leggerezza e offeso tanti militanti del Partito Democratico – scrive nella lunga didascalia alla foto Cosimo Ettorre – Ho sbagliato per almeno due motivi: innanzitutto non mi sarei dovuto permettere di deridere dei militanti appartenenti a un altro partito; in secondo luogo, ci vuole rispetto per le persone, sempre, e usare le malattie per giocare non è bello, non si fa. A riguardo ci tengo a specificare che, a differenza di quanto titolato da molti organi di stampa, io non ho offeso i malati o comunque non era mia intenzione farlo». Ettorre dice che non si aspettava una ribalta mediatica di questo genere, e racconta di aver ricevuto «centinaia d’insulti e minacce rivolte a me e ai miei famigliari, ricevute pubblicamente e in privato». Proprio per tutelare la sua famiglia il consigliere, che dice di essere abituato per la sua militanza politica a «incassare insulti e ricevere minacce di ogni sorta e genere», ha deciso di farsi da parte, per non trascinarli ulteriormente in uno «scontro politico vomitato sui social, un terreno fangoso in cui basta un solo errore per essere massacrati e non conta niente chi sei o cosa hai fatto in passato, finisci nel tritacarne e di te non rimangono neanche le ossa». 

Cosimo Ettorre si dimette, «oltre a me qualcun’altra dovrebbe farsi l’esame di coscienza»

Per tutelare l’immagine del Comune di Moncalieri e del MoVimento 5 Stelle a cui appartiene, ma soprattutto per evitare «ulteriori ripercussioni sulla mia vita familiare e lavorativa» Ettorre dice di aver  «rassegnato le dimissioni da Consigliere comunale presso la Presidenza del Consiglio» proprio questa mattina. « Oggi sono in ginocchio, ma presto mi rialzerò» continua nel post, rassicurando che «il mio impegno civico e politico non finisce qui», e conclude lanciando un’ultima frecciatina, in toni molto più politically correct: «L’esame di coscienza IO l’ho fatto, ho esagerato, pago come posso e provo a ripartire nonostante tutto, ma c’è almeno un’altra persona che avrebbe dovuto riflettere anche se ormai è tardi».