|

Merendine “fasciste” per i bambini: la Coop ritira il sostegno all’iniziativa

L’iniziativa “Entro in gioco” al Consorzio Villa Reale e Parco di Monza si è trovato nel pieno di una polemica politica antifascista. La scatenante è il collegamento tra la Coop e la onlus Bran-Co, affiliata al gruppo Lealtà Azione, notoriamente nazifascista.

«Sponsorizziamo anche gli eventi coi fasci adesso?» scrive Antonella Barra su twitter taggando direttamente la Coop Italia. La catena di supermercati fornisce le merendine all’evento creato dal Comune di Monza. Una giornata “laboratori, sport e giochi” per promuovere “l’inclusione sociale“. Coop è tra gli sponsor principali da diverse edizioni, ma tra gli stand partecipanti figura anche Bran-Co, Branca Comunitaria Solidarista, una onlus notoriamente affiliata a Lealtà Azione, formazione di estrema destra e espressione politica del circuito italiano degli Hammerskin.

Coop Italia evidentemente non aveva notato quel piccolo logo in basso, come sarcasticamente ha sottolineato un altro utente sotto il post di Antonella. Fede Riglia commenta, taggando a sua volta coop,  scrivendo: «…ma bene buono a sapersi…nessuna spiegazione? e pensare che c’è chi vi chiama ancora “le coop rosse” mentre voi invece fate iniziative con quei figuri!… forse siete troppo distratti?!». Impossibile che sfuggisse al radar della catena di supermercati, che risponde:«Ciao Fede, questa la risposta di : da anni offriamo supporto per le merende dei bambini per un evento specifico all’interno di questa iniziativa. Vista la partecipazione, da quest’anno, di soggetti incompatibili con i nostri valori, ritireremo il nostro sostegno». Niente merenda per i bimbi fasci a loro insaputa.

(credits immagine: locandina dell’evento condivisa su Twitter da ‘Ndu )

TAG: Coop, Monza