Brescia: si accascia su una panchina per un malore. La portano in questura

di Redazione | 18/09/2018

brescia

«Bivaccava su suolo pubblico, nella fattispecie dormiva sdraiata su una panchina in corso Palestro». Sta scritto nero su bianco nel verbale della polizia locale di Brescia che ha multato con un’ammenda di 100 euro una donna di origine marocchina di 78 anni. La donna ha accusato un malore nel primo pomeriggio di mercoledì 12 settembre e si è accasciata su una panchina nel centro cittadino. Come denuncia Radio Onda Urto non stava affatto bivaccando ma è stata multata in virtù dell’ articolo 7 del Regolamento di Polizia urbana, 1 comma lettera B che testualmente recita: “è vietato sedersi recando intralcio e disturbo, ovvero ostruendo le soglie degli ingressi, sdraiarsi per terra, bivaccare nelle strade, nelle piazze, sui marciapiedi, sotto i portici”.

Gli agenti, due maschi ed una femmina – spiegano sul sito – anziché prestarle soccorso l’hanno scrollata, chiesto i documenti e, nonostante avesse subito esibito una carta di soggiorno illimitata in quanto madre di una cittadina italiana, condotta al comando di via Donegani. La donna è stata trattenuta due ore in una cella di sicurezza. Due giorni prima del fatto il suo medico di base le aveva prescritto con una ricetta elettronica una visita neurologica specialistica per “sincope ricorrente”.

(foto di repertorio ANSA / CIRO FUSCO)