Il terribile incidente di Ericsson sul circuito di Monza | Video

di Enzo Boldi | 31/08/2018

Marcus Ericsson

Attimi di grande paura sul Circuito di Monza. Durante la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia, il pilota dell’Alfa-Sauber Marcus Ericsson è stato protagonista di un terribile incidente alla fine del rettilineo principale, uno dei più veloci del Mondiale. Poco prima di approcciarsi alla frenata della prima curva, lo svedese ha perso il controllo della proprio monoposto che ha sbandato, prima di finire contro le barriere laterali e capovolgersi su se stessa. Nonostante il pauroso impatto e volo, Ericsson è sceso illeso dalla propria vettura. Ma le immagini, come testimonia il video pubblicato dall’utente Twitter Gergely Foglar, avevano fatto temere il peggio.

LEGGI ANCHE > La reazione da zitella acida di Cristiano Ronaldo

 

Lo svedese era stato il primo a scendere in pista nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia di Formula 1, in programma domenica con partenza alle 15.10. Al suo primo giro lanciato, però, la sua Alfa Romeo Sauber si è schiantata a tutta velocità contro le barriere di protezione, finendo la sua corsa capovolgendosi su se stessa a quasi 200 metri dal punto d’impatto.

Il DRS e il freno hanno provocato lo schianto di Marcus Ericsson

A provocare lo sbandamento è stata l’apertura del DRS – la cosiddetta «ala mobile» che serve a ridurre il carico aerodinamico in punti stabiliti del tracciato – e la contemporanea frenata per approcciarsi alla prima curva del circuito di Monza, la Variante del Rettifilo, che porta le monoposto a una violenta decelerazione prima di una doppia manovra.

Marcus Ericsson salvato dall’Halo

Per fortuna, nonostante le immagini spaventose, il pilota – anche grazie alla protezione «Halo» installata da quest’anno su tutte le monoposto di Formula 1 e già protagonista la scorsa settimana in Belgio, salvando l’altro pilota Alfa-Sauber Charles Leclerc dall’impatto con lo pneumatico della McLaren di Fernando Alonso – è rimasto illeso e cosciente e ha potuto fare ritorno ai box sulle proprie gambe. Un vero miracolo per un incidente che poteva avere un esito molto più nefasto. La seconda sessione di prove libere, sospesa dopo il violento impatto, è ripresa subito dopo la pulizia della pista dai detriti.

(foto di copertina: da Twitter SkySportF1)