assessore islamico
|

L’assessore islamico della Lega sfratta i rom: «Nessun abuso, seguite il mio esempio»

«Ho sfrattato i rom, seguite il mio esempio». È il singolare invito di Moreno Marsetti, assessore islamico e leghista alla Sicurezza del Comune di Malo, in provincia di Vicenza, diventato noto per la sua decisione di sfrattare i rom. Due giorni fa l’amministratore locale del Carroccio è salito su un carro attrezzi per sgomberare roulotte fuorilegge arrivate in città. In un’intervista rilasciata al Corriere del Veneto (di Silvia Maria Dubois) ora lancia un appello a fare come lui e mettere in atto la linea dura. «Una serie di caravan è arrivata a Malo, in barba al regolamento comunale – ha raccontato -. Io, che sono un professionista della demolizione, sono arrivato per minacciare lo sgombero. Ma la mia è stata solo la ciliegina sulla torta, sono state brave le forze dell’ordine. Nessun abuso di potere, ho fatto rispettare la legge: rimozione forzata per divieto di sosta, fine. Anzi, lancio l’invito: altri Comuni seguano il nostro esempio. Qui a Malo tolleranza zero, su tutti i fronti».

L’assessore islamico e leghista: «la Lega non spara contro gli stranieri tout court»

La tolleranza zero di Marsetti ha generato molta attenzione soprattutto per il suo essere al tempo stesso di fede islamica e nello stesso tempo un leghista. Ma l’assessore sostiene che la frase ‘l’Islam è incompatibile con la nostra cultura’ in realtà il leader Matteo Salvini non l’abbia mai pronunciata. «È stata riportata da altri. Salvini dà il benvenuto a qualsiasi credo che rispetti però le nostre leggi», dice. Per Marsetti dunque Islam e Lega non sono affatto incompatibili. «La Lega non spara contro gli stranieri tout court – sono state le parole al Corriere del Veneto -, dobbiamo smetterla con questa narrazione di xenofobia. La Lega punta al rispetto delle regole, mira a eliminare le ingiustizie e chi la fa franca grazie a queste o alle maglie larghe della legge. Tutto questo a prescindere dalla fede. Io verso le tasse: perché l’extracomunitario che vende borse in spiaggia non dovrebbe farlo? È migliore di me? Qui si gioca a chi è più furbo. La Lega dice basta». E le moschee? «Quelle censite vanno tutte chiuse. I luoghi di culto in regola, quelli censiti, posso restare aperti. Ma sempre nel rispetto delle regole e senza dimenticare che si è ospiti in Italia». La narrazione della Lega.

(Foto di copertina dalla pagina personale Facebook di Moreno Marsetti)

TAG: Vicenza