calabria razzismo
|

Calabria: preso a sprangate fuori dal ristorante. «Vai via ne*** di merda»

«Negro di m.. Risali in macchina e vai via che qui in Calabria i negri non sono accettati». Un cittadino di origini dominicane, sposato con una donna calabrese ha denunciato alla Polizia di Lamezia Terme una aggressione subita vicino a Catanzaro. L’uomo ha ricevuto diversi insulti ed è stato poi preso a sprangate fuori ristorante.

LEGGI ANCHE > L’italo-senegalese che alla Asl si è sentito dire: «Qui non siamo dal veterinario»

La vittima si trovava in compagnia della moglie, incinta, e della suocera. Sull’episodio indaga la polizia che sarebbe sulla buona strada per l’identificazione degli aggressori.

Secondo quanto riporta l’Ansa una volta completata la cena il cittadino dominicano è uscito per avvicinare la sua auto al locale, considerato che lo stato di gravidanza della compagna. Tornato al locale sarebbe stato aggredito da due persone che si sarebbero qualificate come addetti alla sicurezza: «Risali in macchina e vai via, qua siamo in Calabria e non sono accettati i negri». Inutile il tentativo di spiegare che l’uomo era lì solo in attesa della compagna e della suocera. Una volta che le donne sono salite a bordo della vettura sarebbe partita l’aggressione fisica. Alle due persone di prima si sarebbe aggiunto anche un ragazzo che prima aveva servito i tre al ristorante, anche se non vestito da cameriere: «Hai rotto i c… – avrebbe detto al cittadino extracomunitario – te ne devi andare». L’uomo dominicano sarebbe stato raggiunto da calci e pugni, mentre la suocera avrebbe riportato la frattura dell’omero a causa di un colpo sferrato con la mazza di legno. Le tre vittime – riporta l’agenzia – sarebbero riuscite a sfuggire, e ad allertare le forze dell’ordine e un’ambulanza del 118 che li avrebbe successivamente accompagnati in ospedale per le cure del caso.

 

(foto di repertorio Ansa)