Jan Ullrich arrestato a Francoforte
|

Arrestato Jan Ullrich, avrebbe abusato di una prostituta

Jan Ullirch è stato arrestato a Francoforte con l’accusa di lesioni grave nei confronti di una prostituta con cui si era appartato in un lussuoso hotel. Lo riporta l’edizione online del tabloid tedesco Bild, che racconta come l’ex campione di ciclismo avrebbe abusato della donna che, poi, lo ha denunciato alla polizia locale. Gli agenti hanno dichiarato che per il momento il vincitore del Tour de France ’97 si trova ora in custodia presso il loro commissariato e che, al momento del fermo, era sotto l’effetto di sostanza stupefacenti e alcol.

LEGGI ANCHE > Demi Lovato ammette la sua dipendenza dalla droghe e l’inizio della sua riabilitazione

Jan Ullrich era già al centro dell’attenzione mediatica da qualche giorno, dopo il suo arresto a Maiorca con l’accusa di violazione di domicilio e aggressione. Il 44enne tedesco, ex stella del ciclismo mondiale, si era intrufolato nella casa del proprio vicino, il regista Til Schwieger, per prender parte a una festa a cui non era stato invitato a causa dei suoi comportamenti «sospetti» degli ultimi tempi. Proprio alla Bild aveva raccontato le sue difficoltà a superare il matrimonio finito con la sua ex-moglie Sara e la distanza con i figli, confessando che a causa di questo malessere aveva iniziato a far uso di droghe e alcol.

Jan Ullrich, dipendenza da droghe e alcol la sua salita più difficile

Lo stesso Til Schwieger ha svelato le confidenze fatte da Ullrich: «Era diventato quasi uno di famiglia, ma quando la moglie lo ha lasciato ha iniziato a prendere anfetamine. Mi raccontava che dormiva solo due ore. Iniziava a bere birra alle 6 del mattino e continuava per tutto il giorno. Mi disse anche che aveva una ricetta per poter assumere cocaina perché era meno dannosa delle anfetamine».

Jan Ullrich, il secondo arresto in pochi giorni

La salita più difficile. Dopo la notte passata in cella a Maiorca, Ullrich aveva deciso di far ritorno in Germania per sottoporsi a terapie di riabilitazione per combattere la dipendenza da droghe e alcol. Evidentemente l’intento non è stato raggiunto e ora l’ignobile accusa di violenza sessuale grava sulla sua testa. Per il vincitore del Tour de France del 1997 si sono aperte le porte del carcere. Forse lì dentro troverà tempo e modo per liberarsi dalle proprie dipendenze.

(foto di copertina: Kay Kirchwitz/STARPRESS/dpa)