Tribunale Figc, Parma sarà in serie A con però 5 punti in meno

di Redazione | 23/07/2018

ParmaSerie A

Cinque punti di penalizzazione al Parma da scontare in Serie A nella prossima stagione, due anni di squalifica a Calaiò. Questa la sentenza del tribunale nazionale federale, riportata da Ansa, sul caso del messaggino inviato dal giocatore della squadra emiliana a un suo collega dello Spezia alla vigilia della gara conclusiva del campionato di serie B. Il tribunale ha riconosciuto nel comportamento di Calaiò un tentato illecito sportivo.

LEGGI ANCHE > Chievo e Parma, la Serie A è a rischio

L’attaccante siciliano, al Parma dall’estate 2016, ha continuato a difendersi dalle accuse, derubricando i messaggi Whatsapp inviati ai suoi ex compagni di squadra dello Spezia, Filippo De Col e Claudio Terzi,   «sms scherzosi» e non atti ad «ammorbidire l’avversario» in vista dell’ultima giornata dello scorso campionato di Serie B.

 

(in copertina I giocatori del Parma festeggiano la promozione in Serie A al termine della partita del campionato di Serie B contro il La Spezia, 18 maggio 2018. ANSA/SIMONE ARVEDA)