Di Maio
|

Di Maio e l’amica di Pomigliano assunta come segretaria al Mise a 72mila euro

Ne parla oggi il quotidiano Il Giornale in un articolo a firma di Pasquale Napolitano. Luigi Di Maio, vicepremier e nuovo ministro di Sviluppo Economico e Lavoro, ha fatto assumere al Mise una ragazza di Pomigliano dal curriculum al momento misterioso con l’incarico di suo ‘segretario particolare’. Si tratta di Assia, all’anagrafe Assunta, Montanino, 26enne, laureata in economia, che non ha finora avuto ruoli di vertice in enti o aziende. Si tratterebbe dunque di un impressionante balzo di carriera per una ragazza di cui non c’è traccia negli archivi della pubblica amministrazione.

L’amica di Di Maio fatta assumere al Mise come segretaria particolare a 72mila euro

Il Giornale spiega che la giovane segretaria particolare avrà un ruolo fondamentale nell’attività del leader M5S a guida di un super ministero: dovrà curare agenda, incontri e priorità dei dossier. Montanino è stata impegnata anche in politica, nel suo territorio. Nel 2015 fu candidata alle elezioni amministrative a Pomigliano D’Arco con il M5S, raccogliendo 170 voti e sfiorando l’elezione alla carica di consigliere comunale. Il candidato sindaco dei pentastellati era il fedelissimo Dario De Falco, amico del ministro dai tempi del liceo. Il Giornale confronta anche le informazioni su Montanino con il curriculum del suo predecessore. L’ex ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda aveva scelto per l’incarico di segretario particolare un manager di lungo corso, David Maria Mariani, con esperienze a Poste Italiane e in aziende multinazionali in Agentina e Brasile. Non sono ancora disponibili informazioni su Montanino.

La replica: «È stampa spazzatura, vergognatevi»

La replica di Di Maio è stata durissima. Su Facebook il leader del Movimento 5 Stelle ha scritto: «Lo schifo che leggo oggi sul quotidiano il Giornale va messo nella categoria della stampa spazzatura. La dottoressa Assia Montanino l’ho conosciuta 5 anni fa. È la figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai e ho avuto modo di conoscerla quando sono stato a far visita al padre per portargli la mia solidarietà. Era una giovane universitaria a cui decisi di dare una opportunità di tirocinio presso la mia segreteria di vice presidente della Camera. Negli anni si è distinta per la sua capacità di gestire situazioni complesse di segreteria. E posso assicurarvi che non ho mai conosciuto una persona più onesta e leale di lei. Vergognatevi».

(Ultimo aggiornamento alle 10.10. Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / ANGELO CARCONI)