Chievo in B
|

Il Chievo potrebbe andare in serie B

La Procura della Figc guidata da Giuseppe Pecoraro ha chiesto, come anticipato ieri dall’Ansa, una penalizzazione severissima per il Chievo, a causa delle presunte plusvalenze fittizie inserite in bilancio. La retrocessione in serie B potrebbe essere uno spettro: la richiesta della procura federale, infatti, riguarda una penalizzazione da quindici punti, da scontare nella stagione 2017-18.

LEGGI ANCHE > Chievo e Parma, la Serie A è a rischio

Chievo in B, cosa succede ora

Se la richiesta avanzata al Tribunale federale nazionale nel processo per le plusvalenze fittizie (che vede coinvolto anche il Cesena) fosse accolta, allora la penalizzazione si applicherebbe in maniera retroattiva e porterebbe il Chievo alla retrocessione in serie B. La squadra di Verona aveva chiuso il campionato con 5 punti di vantaggio sull’ultima delle retrocesse, ovvero il Crotone che – con ogni probabilità – potrebbe essere la squadra che si avvantaggerebbe da questa situazione.

Chievo in B, serie A sempre più incerta

Nel mirino, compresi i casi relativi al Cesena, ci sarebbero almeno 15 operazioni di calciomercato, con almeno 30 calciatori coinvolti nella vicenda. La squadra del presidente Luca Campedelli rischia di interrompere la sua lunga permanenza nella massima serie. Se si considera anche la vicenda sospetta del Parma – con conseguente penalizzazione della società e deferimento per il suo calciatore Emanuele Calaiò -, questa serie A sembra ancora tutta da scrivere. Eppure, giovedì 26 luglio 2018 – data del sorteggio dei campionati – si avvicina.

FOTO: ANSA/Filippo Venezia

TAG: Chievo