Padova, colpi di pistola contro l’abitazione di un giornalista del Gazzettino

di Redazione | 16/07/2018

ario gervasutti

Cinque colpi di pistola sono stati esplosi la notte scorsa da sconosciuti a Padova contro l’abitazione del giornalista Ario Gervasutti, ex direttore de Il ‘Giornale di Vicenza’, ora nell’ufficio centrale del “Gazzettino”. Tre dei cinque proiettili si sono conficcati nella camera del figlio. Nessuno è rimasto ferito. L’abitazione, una bifamiliare, si trova nella periferia della città, a Chiesanuova. Il fatto è avvenuto poco prima delle 2. Sul posto, per i rilievi, ci sono i carabinieri di Padova.

PROIETTILI CONTRO LA CASA DI ARIO GERVASUTTI, SALVINI: “SIA FATTA CHIAREZZA”

Il vicepresidente del Consiglio dei ministri e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha manifestato la propria solidarietà al capo redattore del Gazzettino di Venezia. Il ministro – si legge in una nota del Viminale – ha espresso l’impegno a fare chiarezza sull’accaduto e individuare i responsabili.

(Da sinistra: Ario Gervasutti, l’allora presidente della Camera Gianfranco Fini e Ferdinando Azzariti durante l’incontro per la presentazione del libro del presidente Fini da titolo “Il futuro della libertà” , il 27 febbraio 2010 a Vicenza. ANSA/PERAZZOLO-BOLZONI/DRN)