La violenza per intimorire: olio bruciato all’ingresso della casa dei genitori del giornalista del Fatto

di Redazione | 06/07/2018

Antonello Caporale

Un gesto gravissimo di violenza ha colpito la famiglia di un noto giornalista e saggista, il caporedattore del Fatto Quotidiano Antonello Caporale. Ignoti la notte tra mercoledì e giovedì hanno cosparso di olio bruciato l’ingresso dell’abitazione dei suoi anziani genitori a Palomonte, piccolo comune della provincia di Salerno. A darne notizia è stato lo stesso Caporale. Sulla sua bacheca Facebook ha scritto:

‘Ignoti malfattori’ li definiscono i carabinieri con un linguaggio antico ma congruo. Sono gli odiatori, coloro che usano la violenza delle parole per intimorire e portare paura. Alcuni come vedete in queste foto fanno di più: spingono in alto la paura, allenano l’ansia cospargendo per esempio di olio bruciato l’ingresso dell’abitazione dei miei anziani e incolpevoli genitori (è accaduto stanotte). Passare dalle parole ai fatti è purtroppo un attimo. Ci ritroviamo nella barbarie senza nemmeno accorgercene. Ringrazio le forze dell’ordine per la disponibilità e la vicinanza mostrata.

Caporale è impegnato in questi giorni nella presentazione del suo ultimo libro ‘Matteo Salvini – Il Ministro della paura’. Il primo cittadino di Palonte, Mariano Casciano, amico del giornalista, alla testata locale Ondanews ha dichiarato: «Sono dispiaciuto da amico e da Sindaco spero sia un fatto non riconducibile ad una vicenda di minacce. Non ho elementi per indicare una causa di quanto successo ma se fosse un fatto grave spero non riguardi qualcuno della mia comunità». Caporale ha anche pubblicato le immagini dell’ingresso dell’abitazione, una villetta, danneggiato.

 

Antonello Caporale
(Immagine dalla pagina Facebook di Antonello Caporale)

 

(Immagini dalla bacheca Facebook di Antonello Caporale)

TAG: Salerno