Il Parlamento è fermo? Il ministro Fraccaro: «Sono contento, evitiamo il diluvio di leggi»

di Redazione | 03/07/2018

fraccaro

Il Parlamento è fermo? Il governo approva pochi provvedimenti? Per il ministro Riccardo Fraccaro non è un problema. Anzi, l’esponente M5S, vicinissimo al capo politico Luigi Di Maio, si dice «contento». «Io penso che non dobbiamo inondare il Paese di leggi, procediamo in modo ragionato ed efficace: sono contento di questo», è il pensiero espresso in un’intervista rilasciata a Repubblica, in cui viene annunciato un disegno di legge di riforma costituzionale sui referendum propositivi in diverse materie.

Parlamento fermo, Fraccaro: «Se non inondiamo il paese di leggi sono contento»

Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento con delega alla democrazia diretta spiega che è meglio approvare «poche leggi fatte bene»:

Senta, ma non le dispiace che il Parlamento non stia facendo nulla? In due mesi, solo due provvedimenti.
«Noi tutti cittadini stiamo vivendo in un momento storico di grande complessità. Se non inondiamo subito il paese di nuove leggi, io sono contento. Aggiungo che l’opzione preferibile è l’opzione zero: di migliorare la vita del cittadino senza fare una legge. Deve tremare il polso dei parlamentari quando si vota una legge. Perché deve essere studiata e meditata. Gli italiani vogliono poche leggi fatte bene. Noi dobbiamo procedere con ponderatezza a sistemare il Paese».

Ma lei pensa si stia procedendo sulla strada giusta o Matteo Salvini sta stravolgendo le politiche dei 5 Stelle?
«Questo governo sta lavorando bene e tutte le politiche sono condivise. Sono convinto che la Lega senza di noi non sarebbe stata in grado di fare quello che stiamo realizzando e viceversa. Questo dimostra che la sinergia tra le due forze è efficace ed efficiente».

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / GIUSEPPE LAMI)