Rai
|

In arrivo i telegiornali ‘sovranisti’, il M5S alla conquista di Tg3 e Tgr

Cambia il governo, cambia aria ai vertici dell’informazione. Con la nascita dell’esecutivo sostenuto da Movimento 5 Stelle e Lega i gialloverdi saranno protagonisti della spartizione delle direzioni di reti e telegionali Rai. Come riporta oggi Repubblica il M5S dovrebbe conquistare Tg3 e Tgr, per i quali sarebbe in corso una partita a due tra Giuseppe Carboni del Tg2, che a lungo ha seguito i pentastellati, e Alberto Mataono del Tg1, scoperto da Daria Bignardi e conduttore del programma di Raitre ‘Sono innocente’.

 

LEGGI ANCHE > Corona da Giletti, in onda la frase volgare contro Selvaggia Lucarelli: «Si accanisce perché non ci sono mai stato»

 

La spartizione di reti e tg Rai: il M5S punta a Tg3 3 Tgr

Secondo le voci la Lega punta invece su Gennaro Sangiuliano, vicedirettore del Tg1 dal 2009 e già direttore del quotidiano Roma di Napoli e vicedirettore del quotidiano Libero, ex berlusconiano e ora vicino a Matteo Salvini. Il leader del Carroccio vorrebbe promuoverlo a direttore del Tg1 anche se la strada non è agevole. Il Movimento 5 Stelle penserebbe infatti per il telegiornale più seguito, testata istituzionale, a una figura interna come la quirinalista Simona Sala o Bruno Luverà. Repubblica rivela che Sangiuliano potrebbe anche andare al Gr Giornale Radio. Non è escluso il ritorno in Rai, da La7, di Giovanni Floris e Massimo Giletti.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / GIORGIO ONORATI)