Luca Lanzalone
|

Acea: Luca Lanzalone si dimette

Luca Lanzalone ha rimesso oggi il mandato di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Acea. Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 21 giugno 2018, assumerà le opportune determinazioni al riguardo. Lo rende noto la società.

LEGGI ANCHE > Lanzalone, 8 ore prima dell’arresto, era a cena con Davide Casaleggio: sul tavolo le nomine nel governo?

«Da noi, come ho sempre detto, non esiste la presunzione di innocenza per reati gravi come la corruzione. Ieri si è autosospeso Ferrara, altrimenti lo avremmo espulso noi, e Lanzalone si deve dimettere perché non è pensabile che una persona ai domiciliari stia ancora ad Acea. Mi aspetto nelle prossime ore questo gesto». Aveva detto ieri il vicepremier, Luigi Di Maio in una intervista radiofonica. «Da noi chi sbaglia paga». Nemmeno 24 ore dopo sono arrivate le dimissioni.

Lanzalone è stato arrestato dopo l’inchiesta per corruzione sul nuovo Stadio della Roma. Il giorno dopo gli arresti il MoVimento deve affrontare le polemiche. La capogruppo in consiglio regionale del Lazio, Roberta Lombardi, in un’intervista a Repubblica ha sottolineato stamane come il presidente di Acea, Luca Lanzalone, era stato portato a Roma «dal gruppo che si occupa di enti locali».

Una valutazione sulla vicenda dello stadio di Roma e iniziative urgenti «per contrastare questo deleterio metodo corruttivo» è stato chiesto dai senatori del Pd Franco Mirabelli e Monica Cirinnà in un’interrogazione parlamentare al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Bonafede avrebbe infatti introdotto Lazalone ai 5 stelle.

(foto Ansa)