finto deputato
|

Il finto deputato che voleva acquistare un casale con i soldi falsi

L’onorevole e il suo fedele segretario in cerca di casa. O meglio, era quello che volevano far credere. Un finto deputato è stato scoperto dalle forze dell’ordine mentre stava mettendo in atto una vera e propria truffa ai danni del proprietario di un casale a Bettona, in provincia di Perugia. La storia è stata raccontata dal Messaggero, nella cronaca di Roma. L’uomo si è presentato al proprietario della struttura come un vecchio parlamentare della Repubblica, in modo tale da darsi un tono e da risultare più affidabile agli occhi del venditore.

LEGGI ANCHE > «Vostro figlio è vivo e scappa dalla mafia», la truffa da 200mila euro ai genitori di un ragazzo scomparso

Finto deputato, la promessa al proprietario dell’immobile

L’obiettivo del finto deputato e del suo socio era quello di mostrarsi interessati all’acquisto di un immobile dal valore di 1 milione di euro per poter realizzare un agriturismo. Al proprietario avevano proposto una formula di pagamento piuttosto anomala. Secondo quanto si legge nel capo di imputazione, infatti, avrebbero fatto ottenere al proprietario del casale di Bettona un «surplus sul valore del bene di circa un milione di euro», in cambio della consegna – sempre da parte dello stesso proprietario – di 100mila euro in contanti, con banconote da 500 euro, come compenso per la mediazione».

Finto deputato a processo per truffa e sostituzione di persona

Insomma, un’operazione piuttosto astuta per poter ottenere immediatamente 100mila euro e poi, verosimilmente, sparire nel nulla. Il tutto aggravato dalla sostituzione di persona. Il proprietario, nonostante le rassicurazioni del presunto onorevole, si è insospettito per le modalità del pagamento e ha avvisato le forze dell’ordine che sono intevenute prontamente al momento dello scambio di denaro.

Ora il finto onorevole e il suo complice, difesi dall’avvocato Piergiorgio Micalizzi, si trovano a processo per truffa e sostituzione di persona.

TAG: Truffa