|

Scanzi: il M5S non andrà mai al governo (4 giorni fa)

Andrea Scanzi è uno dei giornalisti più noti in Italia, e i suoi errori nelle previsioni hanno ormai generato una sorta di culto, al contrario, nei suoi confronti. Lunedì scorso, subito dopo il temporaneo crollo del governo tra M5S e Lega provocato dal rifiuto del presidente della Repubblica Mattarella di nominare Paolo Savona ministro dell’Economia, Scanzi aveva scritto sul Fatto Quotidiano che il M5S non sarebbe mai andato al governo.

SCANZI AVEVA UNA UNICA CERTEZZA: IL M5S MAI AL GOVERNO

«Chi parla di Salvimaio, e ancor più di Grillusconi, è un disadattato neuronale perché non sa di cosa parla. Di Maio non sarà mai Premier di nulla. I 5 Stelle non andranno mai al Governo. Di Maio non ha nessun motivo di ridere, straparla di “cambiamento” e quando dice che “dureremo 5 anni” fa ridere. Dipende tutto da Salvini: se non è convinto dal Salvimaio, fa saltare il banco e vince da solo col centrodestra al prossimo giro”. E’ quel che ho scritto in questi mesi, dal 4 marzo a oggi, evitando volutamente di scrivere alcunché quando quasi tutti (io no) davano per scontata la nascita del governo Conte. Ovviamente ci ho preso su tutta la linea (giusto per esagerare, ho preso pure l’Inter in Champions League). Io non sbaglio mai».


ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Nel suo pezzo per il Fatto Quotidiano Scanzi aveva colto anche l’occasione per irridire Di Maio, che si esibiva una felicità ignara del fatto che non sarebbe mai diventato presidente del Consiglio o ministro. «“Faremo la storia”, “Saremo il governo del cambiamento”, “Dureremo cinque anni”. Ma de che, Di Maio? De che? Sei stato bravissimo a trattare Berlusconi per quello che è, ma sei anche stato di una ingenuità commovente. Ricordati: i 5 Stelle, al potere, non li faranno andare mai. E’ l’unica certezza nello scacchiere politico nostrano».