Lo spread è in calo. Il governo Conte (per ora) non preoccupa i mercati

di Redazione | 01/06/2018

spread

Sembra non creare tensioni sui mercati finanziari la notizia della formazione di un nuovo esecutivo in Italia, sostenuto da Lega e Movimento 5 Stelle. A poche ore dall’annuncio dell’incarico di governo affidato dal presidente della Repubblica al professore Giuseppe Conte, il temuto spread tra Btp e Bund ha aperto in calo. Precisamente il differenziale tra il rendimento dei titoli di Stato decennali italiani ed omologhi tedeschi, è sceso stamattina in apertura a 231 punti base dai 241 della chiusura di ieri, con il rendimento al 2,69%.

Nasce il governo Conte: spread in calo e Borsa in rialzo in apertura

Ma nel giorno del giuramento del governo Conte c’è stata anche un’apertura in forte rialzo della Borsa di Milano. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha avviato gli scambi in crescita del 2,15% a 22.260 punti, meglio rispetto agli altri listini europei, che seppur positivi, a partire da Madrid (+0,9%), hanno segnato aumenti meno vivaci. I segnali positivi arrivano dopo giorni di grande preoccupazione del mercato per l’incertezza sulla linea politica che il nuovo governo avrebbe seguito. La nascita del nuovo esecutivo viene indubbiamente percepita come un segnale di ritrovata stabilità del Paese, soprattutto dopo la modifica della composizione della squadra dei ministri, con lo spostamento dell’economista Paolo Savona (che negli anni ha espresso posizioni fortemente critiche nei confronti di Ue e Euro) dal ministero dell’Economia a quello degli Affari Europei.

(Foto Zumapress da archivio Ansa. Crediti immagine: Alberto Lingria / Xinhua via ZUMA Wire)