Grande Fratello: Consilia, Acqua Santa Croce e Caffè Borbone non sponsorizzano più

di Redazione | 15/05/2018

consilia

Al Grande Fratello, si allunga la lista degli sponsor che hanno deciso di ritirare i propri prodotti dalla trasmissione di Canale Cinque. L’ultimo – spiega BitchfyF – è stato Gulliver Supermercati, proprietario di Consilia, che fornisce la spesa settimanale ai ragazzi. Trash Italiano aggiunge alla lista degli addii anche Caffè Borbone.

LEGGI ANCHE > LA FUGA DEGLI SPONSOR DAL GRANDE FRATELLO 15

Gulliver Supermercati ha deciso di recedere dal contratto di sponsorizzazione. La decisione – spiega il comunicato – è stata presa dopo i gravi episodi avvenuti nella Casa la scorsa settimana.

Supermercati Gulliver ha già provveduto fin dalle prime puntate del programma, a segnalare nelle opportune sedi che Consilia prende le distanze dal comportamento assunto da alcuni partecipanti al reality “Grande Fratello 15”, chiedendo alla produzione di intervenire in maniera decisa per porre fine alla deriva negativa verso cui il programma si stava spingendo, purtroppo senza successo.
Una decisione presa a seguito non tanto e non solo per tutelare il nome della nostra azienda e il marchio Consilia nei confronti della produzione del programma, ma perché certe esternazioni, certi comportamenti non sono in linea con i valori in cui crediamo, come uomini e donne, come cittadini ancor prima che come rappresentanti di un’azienda. Il rispetto delle donne e il disprezzo per qualsiasi forma di violenza o bullismo sono valori fondamentali e imprescindibili per la nostra azienda.
Gulliver Supermercati comunica inoltre che ogni riferimento e contenuto su questa edizione televisiva verrà rimosso dalle proprie pagine presenti sui social networks e dal proprio sito internet.

— aggiornamento —-

Anche Caffè Borbone molla la trasmissione Mediaset

***COMUNICATO UFFICIALE GRANDE FRATELLO 2018*** E’ vero, non abbiamo reagito d’impulso ai fatti accaduti nella edizione corrente del “Grande Fratello” come personalmente avremmo voluto fare. Una società ha le sue regole e modalità per assumere le proprie decisioni, soprattutto quando segnano una cesura netta verso esperienze che, sulla scorta della passata collaborazione con il Grande Fratello, ritenevamo non potessero giungere a tali comportamenti assolutamente inaccettabili. Caffè Borbone, nella sua veste di sponsor e quindi assolutamente estraneo alle dinamiche, atti e dialoghi della trasmissione, si dissocia e abbandona la casa del Grande Fratello. Nulla, nemmeno un reality – che proprio come tale vuole rappresentare la ‘vita reale’ – può permettersi di transigere dal reciproco rispetto e correttezza. In un periodo di drammatici atti di violenza verso il mondo femminile, non vogliamo essere di supporto a messaggi che tollerino la benchè minima prevaricazione, qualunque essa sia. Caffè Borbone è azienda che da sempre si rivolge alle donne, è donna il nostro nuovo amministratore delegato, è forte la presenza femminile tra i nostri impiegati: tutti in armonia e nel massimo rispetto reciproco, un valore che da sempre accompagna la nostra quotidianità. #caffeborbone

Un post condiviso da Caffè Borbone (@caffeborbone) in data:

E Santa Croce. La società Santa Croce, che produce l’omonimo marchio di acqua minerale, ha interrotto la sponsorizzazione, “prendendo le distanze – recita una nota – dissociandosi nella maniera più assoluta, condannando fortemente i gravissimi episodi di bullismo e mancanza di rispetto verso le donne verificatisi nel corso dell’edizione 2018”. Lo comunica la società dell’imprenditore molisano Camillo Colella. Il sodalizio è ex concessionario della sorgente Sant’Antonio Sponga di Canistro (L’Aquila), dove ha uno stabilimento di proprietà. Attualmente l’acqua viene prodotta in Molise e a Canistro, nella più piccola sorgente Fiuggino. Già sponsor del Grande Fratello edizione ‘vip’ 2017, Santa Croce nel calcio è oggi sponsor di Fiorentina e Lazio in serie A e del Parma in serie B. “Nel pieno rispetto della clientela e dei valori che contraddistinguono la nostra azienda comunichiamo la fine di qualsiasi rapporto di sponsorizzazione con il programma. Il nostro prodotto non può essere associato a episodi di simile gravità”.