Fabrizio Corona
|

Fabrizio Corona parla dopo l’uscita dal carcere: «Contro di me una guerra»

Fabrizio Corona ha concesso una intervista a Chi in cui ha parlato per la prima volta dopo la sua uscita dal carcere.

Fabrizio Corona parla con Chi dopo l’uscita dal carcere e attacca la guerra che ha subito

«La mia è l’unica versione, quella vera. È stata solo una guerra. Io come singolo individuo contro un macigno più grande e forte di me che non voglio identificare con nessun nome altrimenti, dopo quest’intervista, ricominciamo da capo. E come me, vittima della mala giustizia, ci sono tante brave persone», ha detto il fotografo al settimanale di Alfonso Signorini, che gli dedica la copertina del numero che esce mercoledì 16 maggio 2018.

Fabrizio Corona
Screenshot da Twitter/Nonleggerlo

Nelle anticipazioni stampa diffuse da Chi Corona descriva i momenti drammatici dell’arresto dell’ottobre 2016, quando fu riportato in carcere a San Vittore con l’accusa di aver sottratto al Fisco diversi milioni di euro. Fabrizio Corona definisce assurda la sua vicenda giudiziaria, visto che per un simile reato al massimo avrebbe dovuto ricevere una multa.

FABRIZIO CORONA PROTESTA CONTRO UN PROCESSO ASSURDO

Il processo ha poi dimostrato la provenienza legittima di quei soldi che Corona aveva nascosto per, dice, garantire una pensione a suo figlio dal marzo del 2012. «La pena per questo reato è una c…. di multa, non l’arresto. Lo dice la legge. Veda i casi di evasione fiscale legati a Valentino Rossi, Luciano Pavarotti e, tra gli ultimi, Gino Paoli. Andate a studiarli.  Mi hanno assolto e restituito quasi tutti i soldi, confermandone la provenienza lecita. E la Procura ha sottolineato in positivo – è scritto nella sentenza – la mia “abilità professionale lecita”,» rimarca Corona.

LEGGI ANCHE > VITTORIO SGARBI DEFINISCE UN INCUBO ROCCO CASALINO

 

Fabrizio Corona
ANSA/FERMO IMMAGINE ALANEWS

Fabrizio Corona rimarca di aver subito un arresto ingiusto basato su valutazioni morali e odio nei suoi confronti. «Mi hanno arrestato per questioni morali, questioni di odio oggi per me impossibili da spiegare. Ma ho tutto chiaro nella mia testa e nel mio cuore. Posso aver sbagliato, ma ho pagato in modo esagerato. Corona un perseguitato. Stop .Chi ha vissuto il carcere non dimentica. Io sono un detenuto “dentro”», dice Corona a Chi.