lupo ucciso
|

Rimini, lupo ucciso e appeso alla fermata del bus: due denunciati

Lo scorso novembre nel comune di Coriano, in provincia di Rimini, fu trovato un lupo avvelenato, ucciso e appeso per le zampe a una pensilina di una fermata dell’autobus. I carabinieri sono riusciti ad individuare i responsabili. Al termine di indagini durate diversi mesi sono state denunciate due persone. I militari di Rimini, con i colleghi Forestali, muovono ora nei confronti delle due persone le contestazioni di maltrattamento, cattura, uccisione e furto aggravato di un esemplare di una specie animale particolarmente protetta.

Coriano (Rimini), lupo ucciso e appeso alla pensilina di una fermata: due denunciati

La vicenda risale i primi giorni di novembre. Gli abitanti della frazione di Ospedaletto nel comune di Coriano si trovarono di fronte una scena tremenda, la carcassa di lupo appesa alla pensilina di una fermata, in via Montescudo. L’animale presentava al collo una ferita. L’immagine del lupo fece il giro della rete dopo essere stata condivisa da alcuni profili di attivisti animalisti. I due avrebbero catturato vivo l’animale per poi seviziarlo con ferocia. Dai primi rilievi sulla carcassa, il cranio risultava fracassato mentre i fori visibili sul corpo risultavano compatibili con la violenza di un forcone. Ad esporre i dettagli dell’indagine saranno il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Giuseppe Sportelli, e il comandante del gruppo carabinieri Forestali, colonnello Aldo Terzi.

(Foto da archivio Ansa)

TAG: Rimini