torino bambina
|

Torino: a 2 anni dimessa per una gastrite, muore di emorragia cerebrale

La procura di Torino ha aperto un’inchiesta sulla morte di una bambina di 2 anni, morta per emorragia cerebrale venerdì scorso all’ospedale infantile Regina Margherita. La bimba era stata ricoverata il 4 maggio al pronto soccorso dell’ospedale di Rivoli per «ripetuti episodi di vomito e inappetenza». I genitori, residenti a Collegno, avevano parlato di una caduta dal letto, avvenuta nella notte del 2 maggio con un grosso livido violaceo sulla fronte. A riferirlo è Il Corriere della Sera – Torino.

Secondo la direzione dell’ospedale rivolese «l’esame neurologico risultava negativo» e «l’ematoma frontale era già in via di evoluzione». Quindi alla piccola fu diagnosticato «uno dei frequenti episodi di gastrite verosimilmente virale presenti quotidianamente al Dea». Il 5 maggio i genitori l’hanno riportata al pronto soccorso con nuovi sintomi di vomito, sonnolenza e scarsa reattività. La piccola paziente è stata visitata dal pediatra e nel corso dell’osservazione sono stati evidenziati un nuovo ematoma alla base del naso, bradicardia e iporeattività neurologica.
La piccola è stata trasportata d’urgenza al Regina Margherita per sospetta emorragia cerebrale, dove è arrivata già in stato di coma e, nella notte di venerdì, è stato dichiarato lo stato di morte cerebrale. Il pm Giulia Marchetti ha aperto un fascicolo e questa mattina verrà eseguita l’autopsia per stabilire le cause esatte della morte.

(Foto generica da archivio Ansa)