Berlusconi celebra la vittoria su Salvini in silenzio e a braccia conserte

di Redazione | 07/05/2018

Berlusconi

Silvio Berlusconi ha vinto la sua battaglia politica contro Matteo Salvini, e l’ha festeggiata in modo silenzioso, a braccia conserte, rinunciando allo show che aveva inscenato dopo le prime consultazioni al Quirinale, con i punti letti dal leader della Lega elencati con le sue dita, e con dichiarazioni alla stampa fatte successivamente, infrangendo ogni regola protocollare.

Il silenzio di Berlusconi celebra la vittoria su Salvini in silenzio e a braccia conserte

Un modo non esibito di gustare il suo trionfo sul primo alleato che per la prima volta l’ha battuto alle elezioni, ma non è riuscito poi a sconfiggerlo politicamente, pur con mutati rapporti di forza. Matteo Salvini sarebbe stato disponibile a dialogare col M5S,  ma Silvio Berlusconi, aiutato da Giorgia Meloni, ha fermato ogni trattativa. Il leader della Lega era indisponibile nelle prime settimane successive alle elezioni del 4 marzo 2018 ad accettare un incarico di formare un governo visto che il centrodestra era molto distante da una maggioranza parlamentare.

 

LEGGI ANCHE> CONSULTAZIONI, SALVINI: «SIAMO DISPONIBILI A DAR VITA A UN GOVERNO DI CENTRODESTRA» | LIVE

Dopo più di due mesi di stallo Salvini ha accettato l’invito di Berlusconi e Meloni a dichiararsi disponibile a formare un governo, contando magari su un po’ di transfughi da M5S , PD e altri responsabili per riuscire a non esser sconfitti nel primo voto di fiducia, e poter così avviare la legislatura. Il successo di Silvio Berlusconi è pieno, almeno dal punto di vista del suo principale obiettivo politico: impedire la nascita di un governo a lui ostile, guidato dal M5S, che mettesse in minoranza Forza Italia, e facesse contare le sue posizioni per il 14% ottenuto alle elezioni e non per il 37% conquistato dal centrodestra unito.

Berlusconi
ANSA/ETTORE FERRARI

Difficilmente il governo Salvini vedrà la luce, visto che il presidente della Repubbica aveva già chiarito la sua ostilità ad assegnare un incarico di governo senza una maggioranza certa, ma per il momento Silvio Berlusconi può essere soddisfatto della sua tenuta durante la crisi post elettorale. Un successo da festeggiare in modo compito, in silenzio e braccia conserte, esibite al Quirinale con soddisfazione.