Matilda De Angelis
|

Matilda De Angelis, la battaglia contro l’anoressia della giovane attrice

Matilda De Angelis, giovane attrice tra le nuove interpreti più brave del cinema italiano, ha avuto l’anoressia durante la sua adolescenza. Matilde De Angelis l’ha raccontato al Quotidiano nazionale, in una intervista curata da Giovanni Bogani in cui ha promosso il suo ultimo film, Youtopia.

Matilda De Angelis, la battaglia contro l’anoressia della giovane attrice

Già protagonista in cinque pellicole, Matila De Angelis ha spiegao di aver avuto una adolescenza segnata dall’anoressia. Il grave disturbo alimentare ha colpito la giovanissime attrice, nata a Bologna nel 1995, quando aveva tra i quindici e i sedici anni. Le cause sono state più di una: «Un bisogno di attenzione, di affetto. Era un modo drastico per dire ‘sono qui, guardami’. Quando hai quindici, sedici anni è tutto molto drammatico: i rapporti con i genitori, o con il ragazzo che ti piace. E rischi facilmente di non accettarti», dice Matilda De Angelis al QN. Per l’attrice l’anoressia è stato «un modo di vedersi, di deformare la propria immagine che è terrificante, e che ti porti dietro tutta la vita. Non sei mai del tutto in pace con questo».

 

LEGGI ANCHE> CONSULTAZIONI, SALVINI: «SIAMO DISPONIBILI A DAR VITA A UN GOVERNO DI CENTRODESTRA» | LIVE

 

Matilda De Angelis
Matilda De Angelis ANSA/CLAUDIO ONORATI

Matilda De Angelis ha sconfitto l’anoressia, anche se confessa di non esserne uscita del tutto. «Cerco di dare importanza ad altre cose, piuttosto che puntare sul mio aspetto fisico. Ma non se ne esce mai del tutto. Comunque, la vittoria più grande è non giudicarsi. Accettarsi con i propri problemi e con le proprie schifezze. Da certi problemi non si esce mai del tutto. È come il drogato che si ripulisce, ma al quale basta il minimo dolore per ricadere a farsi la dose», dice nell’intervista al QN, nella quale ha poi parlato dei suoi genitori,