parioli
|

Parioli, trovato morto giovane di 23 anni. Giallo per una scritta sulla schiena

Mi hai lasciata sola, mi vendicherò“. Questa la scritta, scritta con un rossetto, trovata sulla schiena di Giuseppe De Vito Piscicelli, ragazzo di 22 anni, trovato morto nella sua camera da letto in via di Villa Grazioli ai Parioli. Il giovane, secondo quanto riferito dalla madre che ieri mattina l’ha trovato morto con indosso il pigiama nella camera da letto, aveva passato la notte con la sua ragazza.

Giuseppe è cresciuto in una nobile famiglia di origini napoletane imparentato alla lontana con l’imprenditore Francesco Maria De Vito Piscicelli, noto per l’intercettazione in cui la notte del terremoto all’Aquila rideva pensando ai futuri “affari”. Il ragazzo però ha avuto problemi in passato legati alla tossicodipendenza.

LEGGI ANCHE > MASSIMO DELL’ORSO, SFOLLATO DOPO IL SISMA DI MACERATA, SI È SUICIDATO

Parioli, indagini sulla sua fidanzata di 2o anni

Sulla morte del giovane stanno indagando gli agenti del commissariato Salario-Parioli e della squadra mobile. Tra le possibili cause del decesso si ipotizza anche l’abuso di alcol e droga.  La fidanzata, conosciuta in una comunità di recupero, è indagata per omicidio colposo. Il pm Mario Dovinola ha affidato la delega al medico legale per effettuare l’autopsia sul giovane, che aveva problemi di tossicodipendenza, che verrà svolta presso l’istituto di Medicina legale della Sapienza. L’unica certezza degli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia e Mario Dovinola, è che Giuseppe ha trascorso la sera del 30 aprile in compagnia della giovane. C’è il sospetto che possa essere stata lei a portare il metadone nell’appartamento ai Parioli.

Il magistrato ha chiesto anche di svolgere una serie di esami tossicologici.

(Foto generica da archivio Ansa)