I parlamentari M5S che bombardano di mail Brunetta

di Redazione | 30/04/2018

brunetta

Parlamentari M5S bombardano di mail Renato Brunetta per rispondere al massiccio invio di comunicati da parte dell’ex capogruppo di Forza Italia. È quanto racconta oggi il quotidiano La Stampa in un articolo a firma di Federico Capurso riportando anche il parere dei protagonisti della crociata online. Deputati e senatori del Movimento 5 Stelle avrebbero iniziato a mandare numerosi messaggi di posta elettronica all’ex ministro con l’obiettivo di intasare la sua casella da alcuni giorni. L’iniziativa sarebbe nata in maniera spontanea, dopo un post pubblicato su Facebook dal deputato Stefano Buffagni in cui invitava Brunetta a «trovarsi un’occupazione, così potrà lavorare davvero e smettere di mandare comunicati stampa a nastro».

Parlamentari M5S contro Brunetta: mail-bombing per l’ex capogruppo di Fi

Come ricostruito dalla Stampa il messaggio di Buffagni ha dato il via senza volerlo ad un’operazione che nel gergo di Internet viene definita ‘mail-bombing’. A parteciparvi sarebbe stato inizialmente un piccolo gruppo di parlamentari M5S, cresciuto poi a circa 50 unità. «È l’unico modo che abbiamo per difenderci, perché al nostro indirizzo di posta istituzionale, fornito dalla Camera, ci arrivano tre o quattro e-mail di Brunetta al giorno, tutti i giorni», è stata una dichiarazione del deputato Giovanni Currò. «Noi però quell’indirizzo lo usiamo per ricevere segnalazioni dei cittadini sui problemi del nostro territorio di provenienza. E così, anche per colpa di Brunetta, rischiamo di non vederla». I 5 Stelle sottolineano anche l’invio da parte di Brunetta di messaggi in cui il deputato insulta il loro Movimento. «Gli abbiamo chiesto di smetterla, me le mail continuano ad arrivare».

(Foto da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / RICCARDO ANTIMIANI)